Il cardinale Alain de Coëtivy, sommerso dai ricordini a Santa Prassede

Ecco una cosa che non vorremmo mai vedere
di Federico Carabetta - 4 Settembre 2012

Ecco una cosa che non vorremmo mai vedere (tra l’altro in una basilica stupenda come quella di Santa Prassede): il monumento funebre di Alain de Coëtivy cardinale di Santa Romana Chiesa, letteralmente sommerso dai ricordini.

Chi era Alain de Coëtivy?

Wikipedia ci informa che questo importante personaggio nacque il 18 agosto 1407, a Plounéventer, da famiglia nobile (era figlio di Alain III de Coëtivy e di Catherine du Chastel e fratello di Prégent de Coëtivy, ammiraglio di Francia). Vescovo cattolico, fu creato cardinale il 20 dicembre 1448 da papa Niccolò V. Dopo aver trascorso il periodo di cardinalato tra la Francia e Roma, morì in quest’ultima città il 3 maggio 1474 e fu sepolto nella basilica di Santa Prassede.

Farmacia Federico consegna medicine

Dove ora giace sommerso dai ricordini.

A proposito, la Basilica di Santa Prassede è una chiesa, situata nei pressi della basilica di Santa Maria Maggiore, nel rione Monti. L’entrata principale, di rado utilizzata, è in via San Martino ai Monti, mentre l’entrata abituale, ma secondaria, si trova sul lato destro dell’edificio, che dà su via di Santa Prassede.

Per altre info: it.wikipedia.org/wiki/Basilica_di_Santa_Prassede
 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti