Il cilindro di Silvio – Tonino, scarpe grosse e cervello fino – Case di cura Balduzzi e Grilli – La cassata del gelataio Martinetti

Fatti e misfatti di novembre 2012 di Mario Relandini
Enzo Luciani - 10 Novembre 2012

Il cilindro di Silvio

 "Tirerò fuori – ha preannunciato Silvio Berlusconi – un dinosauro dal cilindro".

Beh, sempre meglio che una coniglietta...

Tonino, scarpe grosse e cervello fino

"Antonio Di Pietro – dopo le defezioni massicce ed importanti dalla sua "Italia dei valori" – non possiede più i numeri per avere, alla Camera, un suo gruppo e, quindi, si sta affannando per trovare qualche scampolo al mercato di novembre".

Antonio Di Pietro, comunque, è preoccupato fino ad un certo punto. Se non dovesse trovare i suoi scampoli, infatti, avrebbe già in tasca una deroga alle norme assicuratagli dal Presidente Gianfranco Fini: potrebbe mantenere il suo gruppo, cioè, anche senza più avere il numero di deputati previsto per averlo. Ma come avrà fatto Antonio Di Pietro ad ottenere questa promessa di deroga? Qualcuno maligna che Tonino, scarpe grosse e cervello fino, abbia puntato sull’"effetto nostalgia". Si sia presentato al Presidente della Camera, cioè, con la celebre foto che ritrae lui, Tonino, a torso nudo su un trattore in mezzo ad un’aia. E il Presidente della Camera, folgorato dal nostalgico ricordo di qualcun altro il quale fu immortalato nell’identica foggia e nell’identico atteggiamento più o meno settant’anni fa, si sia in effetti commosso, magari abbia lasciato cadere qualche lacrima e abbia così garantito la deroga al furbo Antonio da Montenero di Bisaccia.

Case di cura Balduzzi e Grilli

"Il Ministro della salute Renato Balduzzi – di concerto con il Ministro dell’economia Vittorio Grilli – ha inviato, alle Regioni, il progetto governativo che prevede il taglio di 7.400 posti-letto negli ospedali"

Il Ministro della salute Renato Balduzzi e il suo concertato Ministro dell’economnia Vittorio Grilli, evidentemente, non hanno fatto mai neppure una capatina in tutti quegli ospedali nei quali già oggi, prima dei loro previsti tagli, i malati trascorrono anche una settimana nei corridoi prima di essere ricoverati in camere sovraffollate. O dai quali vengono respinti, addirittura, perché al completo anche i corridoi. Si faccia, allora, così: si taglino pure i 7.400 posti-letto negli ospedali, ma si ristrutturino, per ospitare malati e attrezzature sanitarie, le residenze e le pertinenze dei Ministri della salute e dell’economia: 3.700 da Renato Balduzzi e 3.700 da Vittorio Grilli.

La cassata del gelataio Martinetti

"Io – ha tenuto a smentire Guido Martinetti, fondatore delle gelaterie "Grom" – non intendo entrare assolutamente in politica e, in particolare, non ho avuto alcun contatato con qualcuno per una mia qualsiasi candidatura nel Pdl".

Ecco qua, dunque: il gelataio Martinetti ha cassata la notizia..


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti