Il Comune approva l’assestamento di bilancio

167 milioni di euro in più. 113 destinati alla spesa corrente e 54 agli investimenti
Enzo Luciani - 6 Agosto 2009

E’ stato approvato questa notte con 35 voti a favore, 15 contrari e nessun astenuto, l’assestamento di Bilancio del Comune di Roma. La manovra, prevede nuove risorse per 167 milioni di euro di cui 113 sulla spesa corrente mentre 54 milioni e 780 mila per gli investimenti.

“Grazie all’assestamento di bilancio potremo aprire quattro nuovi asili nido e dare 1.800 posti in più ai bambini romani – ha detto il sindaco di Roma Gianni Alemanno -. "Un passo importante per esaurire le liste di attesa che erano veramente troppo lunghe”. Il tema del sociale e degli asili nido è per il sindaco capitolino “l’aspetto più qualificante della manovra”. Un altro tema che ha avuto particolare attenzione e per il quale è previsto lo stanziamento di ulteriori risorse  è la sicurezza. 

"3,5 milioni di euro – fa sapere Fabrizio Santori, Presidente della Commisisone sicurezza urbana del Comune di Roma – verranno investiti, in modo particolare per l’armamento, l’equipaggiamento, l’acquisto di automezzi e etilometri per la polizia municipale, ulteriori 101 mila euro per la Protezione Civile, che si vanno ad aggiungere ai circa 793 mila euro precedentemente stanziati, e 2 milioni e 500 mila euro per le operazioni di decoro urbano”. Lo stanziamento di 200 mila euro per la realizzazione di una caserma dei Carabinieri al Trullo – aggiunge Santori – rappresenta, inoltre, l’ennesimo impegno assunto dal sindaco Alemanno, che si potrebbe concretizzare entro la fine dell’anno, volto a garantire sicurezza e controllo costante di un territorio troppe volte scenario di episodi di micro criminalità organizzata. La realizzazione di tale intervento strutturale rappresenta l’unico strumento valido per intervenire sul tessuto sociale di un quartiere che da tempo attende un risanamento e garanzie a tutela del rispetto della legalità”.

Attenzione anche al Decoro urbano cui sono stati destinati 2 milioni e 500 mila euro. Un provvedimento accolto con entusiasmo dal consigliere municipale del Pdl Augusto Santori. "Il trasferimento di più di 110mila euro – afferma il cosigliere municipale-  vincola il Municipio XV alla sistemazione a verde pubblico attrezzato delle aree adiacenti di via Crispigni, via Crugnola e via E. C. Alibrandi, dando inizio a un progetto che la zona attendeva da anni”, .
“I cittadini di Portuense e di vigna Pia – prosegue la nota del consigliere – potranno così verificare tangibilmente l’inizio della realizzazione di un vecchio progetto che da tempo il quartiere richiedeva e cioè la nascita di un Parco all’interno del quartiere Portuense, un’importante area verde che colma le lacune che la zona aveva dimostrato in merito alla presenza di superfici attrezzate”.
“Dopo l’inizio dei lavori di trasferimento del mercato di Portuense nella sede di vigna Pia e i diversi interventi di manutenzione stradale operati dal Comune nella zona, l’inizio della realizzazione del parco di Portuense è un altro passo importante della nuova Amministrazione comunale in favore di Portuense”, conclude la nota di Santori.

Confermata poi la realizzazione del Mercato dei Fiori, la riqualificazione del Pincio, la possibilità per i militari in divisa di spostarsi gratuitamente sui mezzi di trasporto pubblico romano e lo stanziamento di 9,6 milioni di euro in favore dei Municipi per incrementare le spese destinate al sociale.

L’emergenza sociale è stato un argomento sostenuto con forza dalla consigliera del gruppo misto Maria Gemma Azuni, che ha definito "catastrofica" la situazione delle politiche sociali e ha perciò chiesto lo stanziamento di ulteriori risorse.

Fortemente critico nei confronti della manovra di bilancio è il vicecapogruppo del Pd in Campidoglio Mario Mei che dichiara in un comunicato: "l’assestamento tecnico non risolve i problemi della città di Roma e della cittadinanza tutta e non guarda al futuro". "Come Pd abbiamo chiesto  che vengano realizzati i contratti di servizio, i progetti delle opere pubbliche per il rilancio dell’economia della città, la razionalizzazione efficace ed efficiente del controllo di gestione e il rispetto degli accordi con le parti sociali siglate nel Bilancio di previsione. Abbiamo inoltre proposto – conclude – agevolazioni per le fasce deboli, maggiori risorse per i Municipi e fondi a sostegno della piccola e media impresa per la piena realizzazione dello sviluppo e della coesione sociale".


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti