Categorie:
Municipi: | Quartiere:

Il Congresso della sezione ANPI di Centocelle “Giordano Sangalli” al Casale Falchetti

Per una nuova alleanza antifascista

Si è svolto oggi, nei locali del Casale Falchetti, in viale della Primavera, il terzo Congresso della sezione ANPI di Centocelle intitolata al partigiano Giordano Sangalli. I lavori sono stati aperti da una lunga relazione del Presidente uscente, Leonardo Rinaldi, il quale si è soffermato sui contenuti del documento della Direzione nazionale, redatto e diffuso a tutti gli iscritti in vista dell’imminente Congresso nazionale della storica associazione nazionale partigiani d’Italia.

Nel documento del Direttivo nazionale si lancia un vibrante grido d’allarme sui pericoli rappresentati da una strisciante rinascita e diffusione del fascismo, nelle sue varie forme, non solo in Italia ma in tutta Europa. Contro questi pericoli, sostiene l’ANPI, è necessario rilanciare una forte e vasta alleanza antifascista tra le diverse forze che hanno a cuore le sorti della libertà e della democrazia. Così come è necessario opporsi ai populismi e ai sovranismi, ma anche a tutte le varie correnti antiscientifiche e negazioniste che circolano nel mondo e che si auto-alimentano attraverso il web.

Nella relazione di Leonardo Rinaldi si sostiene anche la necessità di una vasta opera educativa a partire dalla conoscenza della storia, da rafforzare soprattutto nelle scuole e tra i giovani e giovanissimi. Rinaldi ha anche ricordato, nella sua relazione, gli anziani partigiani, che abitavano a Centocelle e in altri quartieri del V Municipio, scomparsi in quest’ultimo anno: Modesto Di Veglia, Leonina Forcella, Clemente Scifoni.

Al Congresso era presente l’ex partigiano novantacinquenne Angelo Nazio, che ha salutato con un commosso intervento rievocativo degli anni della Resistenza. E’ intervenuto anche il neo Presidente del V Municipio, Mauro Caliste, tra l’altro iscritto anch’egli alla sezione ANPI Giordano Sangalli, il quale si è impegnato ad attuare in maniera puntuale i punti programmatici relativi alla valorizzazione della memoria storica dei quartieri del V Municipio.

Erano presenti anche altri rappresentanti municipali come gli assessori Scalia e Annucci, nonché i consiglieri Mattana e Orlandi. Anche varie associazioni del territorio erano rappresentate a questo Congresso: tra le altre l’associazione Casale Garibaldi e lo stesso Centro Sociale Casale Falchetti.

Da parte di questi rappresentanti del mondo dell’associazionismo si è levata, in maniera pressante, la richiesta di un’urgente modifica della Delibera comunale n. 140 del 2015, quella che mise a bando la concessione dei locali di proprietà comunale, senza alcuna preventiva analisi delle varie situazioni e delle attività di carattere educativo culturale e sociale svolte in esse. Il Congresso è stato concluso da un intervento del Presidente provinciale dell’ANPI, Fabrizio De Sanctis e, subito dopo, con l’elezione degli organi dirigenti e con l’elezione dei delegati al Congresso.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento