Il corpo ritrovato nel Tevere è del piccolo Claudio

Roma piange e si stringe intorno alla famiglia
Enzo Luciani - 17 Aprile 2012

E’ ufficiale. Il corpo del bimbo ritrovato nel Tevere lo scorso 29 marzo è del piccolo Claudio, il neonato gettato nel fiume dal proprio papà il 4 febbraio. Solo il pensiero che un padre avesse potuto compiere un gesto simile aveva sconvolto l’opinione pubblica. Oggi i test del DNA hanno confermato la notizia. 

«Siamo consapevoli che il dramma subito da una madre per la perdita di un figlio non potrà mai essere superato – dichiara in una nota il vicesindaco di Roma Capitale, Sveva Belviso – e per questo, desideriamo stringerci con affetto al dolore della famiglia del piccolo Claudio e siamo loro vicini in questo terribile momento. L’amministrazione capitolina si adopererà per dare seguito a quanto indicato in una mozione approvata lo scorso marzo all’unanimità dal Consiglio Comunale dedicando un luogo per ricordare, con le modalità richieste dalla famiglia, la memoria di un bimbo innocente vittima di un folle gesto». 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti