Il “Festival” è salvo – “Spread”, magie, sortilegi e profezie – I Santi di Rosy – La misteriosa assenza di Fini

Fatti e misfatti di dicembre 2012 di Mario Relandini
Enzo Luciani - 20 Dicembre 2012

Il "Festival" è salvo

"Il Festival della canzone di Sanremo – ha emesso comunicato la Rai – si svolgerà dal 12 al 16 febbraio".

Nessun paventato rinvio, dunque, per l’ intrusa coincidenza con la campagna elettorale. E così, quando a sera si è levato un forte vento su tutta la Penisola, non si è trattato di un tifone: è stato il comune sospiro di sollievo di tutti gli italici "fan" del "Festival della canzone di Sanremo".

"Spread", magie, sortilegi e profezie

"Dotto’ – mi ha osservato l’edicolante di tutti i giorni – a me sembra che ‘sto "spread" vada calando improvvisamente adesso che Monti sta scendendo in campo e vuole dimostrare la bontà della sua politica economica".

Gli ho risposto, senza voler peccare di superbia, "Tu lo hai detto". Poi però – gli ho preannunciato – se Monti non dovesse in qualche modo rientrare ai vertici delle Istituzioni, vedrai che lo "spread" riprenderà a salire. Magìe e sortilegi della finanza non solo europea. E facili profezie.

I Santi di Rosy

"Superato il pericolo della "rottamazione" – dicono si stia chiedendo Rosy Bindi – dove mi converrà correre, ora, per le "primarie" che dovranno decidere gli aspiranti al nuovo Parlamento?"

La misteriosa assenza di Fini

"Per il vertice Monti "centristi" – è sfuggito a più di qualcuno – a Palazzo Chigi sono andati Pierferdinando Casini, Luca Cordero di Montezemolo e il "prezzemolino" Ministro in uscita Andrea Riccardi"

Ma come? E Gianfranco Fini? Nessuna spiegazione ufficiale. Si sono sbizzarrite, così, le interpretazioni più strane. Come quella che il Gianfry non sia potuto andare perché in gita a Montecarlo. O quella che il Pierferdy, il Luca Luca e il "prezzemolino" Andrea, prima di recarsi da Monti a Palazzo Chigi, lo abbiano invitato, pur con cortesia centrista, ad andarsi a preoccupare di certi altri suoi personali bisogni.

 

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti