Il futuro è donna. La prospettiva femminile nella cultura

E' il tema dell'incontro di mercoledì 12 ottobre 2011, presso la Biblioteca nazionale centrale di Roma
Enzo Luciani - 11 Ottobre 2011

Mercoledì 12 ottobre 2011, alle ore 17.00, presso la Biblioteca nazionale centrale di Roma in viale Castro Pretorio 105 (parcheggio interno) incontro sul tema: Il futuro è donna. La prospettiva femminile nella cultura. Relatori: Antonio Di Ciaccia, Nadia Fusini, Claudio Strinati. Coordina Michele Cavallo

In occasione del trentennale della scomparsa di Jacques Lacan é stata pubblicata in Italia la nuova traduzione de Il seminario. Libro XX. Ancora, curata da Antonio Di Ciaccia per Einaudi.
Le varie tematiche che si intrecciano nell’opera postuma dello psicoanalista francese vengono riprese nel ciclo di conferenze dal titolo – La donna, l’uomo e l’amore. L’insegnamento di Lacan e il godimento femminile, che si svolgerà in diverse Biblioteche di Roma con il contributo di alcuni degli esponenti di maggior rilievo della cultura italiana.
A partire dal Seminario XX Lacan interroga ciò che è stato il “godimento maschile”, centrato nel rapporto con l’altro essenzialmente sul potere, e indaga e ribalta il concetto di “godimento femminile”, aprendo la strada a un diverso rapporto tra l’uomo e la donna e da qui tra individuo e individuo, tra un cittadino e la sua società.

L’incontro alla Biblioteca Nazionale, che inaugura il ciclo, vuol mettere in luce la profonda innovazione dell’insegnamento di Lacan, la cui riflessione offre le coordinate per una nuova organizzazione di convivenza nei più diversi contesti. Anche in quello culturale la donna introduce una prospettiva nuova, determinata dalla propria capacità di un godimento che non deriva dal potere ma è congeniale alla natura femminile.

Info.064989339, ufficiostampa@bnc.roma.sbn.it
 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti