Il meeting gioioso dei Buddisti europei

In migliaia al Palalottomatica il 22 ottobre 2011 all'Eur
di Francesca Di iorio - 24 Ottobre 2011

Sabato 22 ottobre a Roma presso il Palalottomatica si è svolto un incontro di pace tra 4600 persone provenienti da tutta l’Europa appartenenti alla Sgi (Soka Gakkai Internazionale ente non governativo Onu) associazione che raccoglie i buddisti laici. L’incontro è stato organizzato per ricordare il primo viaggio fatto in Europa, cinquant’anni fa il 19 ottobre 1961, dal terzo presidente della Sgi Daisaku Ikeda che in quella occasione decise di mettere le basi per la diffusione del buddismo per la pace e l’educazione in Europa. In Italia allora erano solo otto i praticanti mentre oggi superano i centomila.

Il meeting è stata una grande festa, un incontro in cui si è sottolineata l’importanza irrinunciabile dell’amore per il futuro basato sul dialogo sincero che rende possibile la pace mondiale, attraverso la trasformazione di ogni singolo individuo.
Tutto è stato arricchito dalla presenza di due magnifici cori, uno composto da bambini e adolescenti e l’altro da donne e uomini che hanno cantato in tedesco l’inno alla Gioia o inno dell’Europa di Ludwig van Beethoven.
Gradita sorpresa per tutti l’intervento canoro di Carmen Consoli da qualche tempo membro della Sgi che ha voluto donare a tutti i partecipanti la sua arte.

La riunione è durata circa due ore tra interventi esperienze e contribuiti visivi. Attraverso la gioia e la commozione di tutti si è rideterminata la volontà collettiva di contribuire a un’Europa pacifica le cui fondamenta sono l’amore e il rispetto per ogni singolo individuo.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti