“Il mistero della farfalla dorata” di Rita D’Andrea alla Biblioteca Pigneto

La presentazione del libro in occasione della giornata internazionale della violenza contro le donne
Mauro Caliste - 5 dicembre 2018

In occasione della giornata internazionale della violenza contro le donne (domenica 25 novembre) è stata organizzata una serata culturale alla Biblioteca Goffredo Mameli, Via del Pigneto 22. Parole, immagini, versi e dipinti contro la violenza sulle donne: questo il tema della serata, iniziata con un discorso di apertura del funzionario della biblioteca, responsabile culturale, Arianna Roccoli.

Subito dopo, l’intervento di saluto di Giovanni Boccuzzi presidente del V Municipio, che ha ribadito l’impegno del Municipio nel trovare azioni per sconfiggere la violenza alle donne

Partendo dal romanzo Il mistero della farfalla dorata, Edizioni Sovera, della scrittrice Rita D’Andrea, che è stato presentato durante la serata e che tratta il tema della violenza sulle donne e degli abusi sessuali, si è parlato della violenza ad ampio spettro con poesie, immagini e dipinti.

Il critico letterario, giornalista, saggista Cinzia Baldazzi è intervenuta illustrando il romanzo di Rita D’Andrea e, parlando della violenza sulle donne, ha citato l’episodio di Franca Rame e dello stupro che subì nel 1973 con lettura della poetessa e pittrice Donatella Calì e dello spettacolo Ferite a morte di Serena Dandini con lettura di Luciana Zaccarini, funzionario amministrativo della biblioteca Mameli e pittrice.

È stato proiettato il booktrailer Il mistero della farfalla dorata, tratto dall’omonimo romanzo di Rita D’Andrea, con sceneggiatura di Rita D’Andrea e regia di Alfredo Villa.

Sono stati molto apprezzati e seguiti gli interventi di Milena Fanizza dell’Associazione D.a.l.i.a. – Centro Antiviolenza e di Eugenio Patanè, Consigliere Regionale del Lazio e firmatario della Legge regionale sulla violenza di genere, entrambi intervistati da Rita D’Andrea.

Patanè ha ricordato come dall’inizio dell’anno “è stata vittima di femminicidio una donna ogni 72 ore. In tre casi su quattro si è trattato di donne vittime di un parente, di un marito, di un ex partner. Un dato spaventoso, ben sintetizzato nello slogan scelto dalla Regione Lazio per presentare il piano di azioni messe in campo ‘Le vittime: milioni di donne. I carnefici: milioni di mezzi uomini’”. “La Regione Lazio – ha spiegato Patané – ha introdotto un insieme di misure sostenute da un totale di 2,3 milioni di euro, tra risorse regionali e risorse statali (a cui si aggiungono i 5,5 milioni di euro per i centri antiviolenza e la rete delle case rifugio), con cui la Regione ha scelto di stare dalla parte delle donne, non solo con le parole maanche e soprattutto con i fatti”.

I poeti: Concezio Salvi, Alessandro Ristori, Saveria Balbi, Donatella Calì e Maurizio Pochesci hanno letto delle loro poesie sulla violenza.

Sono state esposte opere pittoriche di Barbara Berardicurti, Donatella Calì, Maurizio Pochesci e Luciana Zaccarini.

Rita D’Andrea ha spiegato il significato di “In fondo al tunnel c’è… la strada”  quadro di Barbara Berardicurti, copertina del romanzo Il mistero della farfalla dorata e il critico letterario e d’arte Cinzia Baldazzi  ha letto le recensioni che ha scritto per i quadri di Donatella Calì, Luciana Zaccarini e Maurizio Pochesci.

È stata una serata molto interessante, con la sala conferenze della biblioteca stracolma, il pubblico numeroso è intervenuto e ha applaudito calorosamente.

Mauro Caliste


Commenti

  Commenti: 1


  1. Un articolo scritto molto bene, esaustivo e molto dettagliato. Un resoconto analitico di una grande serata di cui ne sono fiera io così come tutte le persone che hanno partecipato e che hanno contribuito a determinarne il successo. Grazie infinite a Mauro Caliste.

Commenti