Il Municipio Roma V dice no al prolungamento del 556… peccato che Atac Spa avesse già deciso tutto!

L'allungamento del tracciato, senza un aumento delle vetture certificato dall'Atac, non può che danneggiare gli utenti del servizio di trasporto pubblico
Alessandro Moriconi - 18 Ottobre 2019

Giovedi 10 ottobre il consiglio del Municipio Roma V ha detto un no deciso e compatto alla proposta dell’Atac del programma di cambiamenti nei percorsi nelle linee del quadrante Roma sud est, che comprende anche il prolungamento del 556 alla Metro A di Anagnina.

Prima con 17 voti favorevoli ha votato un emendamento teso a bocciare una proposta che con il prolungamento del percorso del 556 penalizzerebbe ulteriormente i residenti di Tor tre Teste, già costretti ad estenuanti attese davanti alle paline delle fermate, infine all’unanimità ha espresso voto contrario all’intera proposta di Delibera Comunale.

Molti gli interventi, da S. Veglianti a Paolo Manzon, da Maura Lostia a Christian Belluzzo (particolarmente duro per quanto riguarda l’inutile sperpero di denaro e di tempo).

Tutti hanno sottolineato che quella seguita da Campidoglio e Atac è stata una procedura a dir poco folle.
Prima ci sono state numerose sedute della Commissione LLPP e Viabilità (con costi sia in termini di tempo che di gettoni e permessi magari anche non retribuiti, per quei consiglieri che un lavoro lo hanno) e incontri con i responsabili di Atac Spa per poi scoprire che alle paline delle fermate interessate gli avvisi affissi dei cambiamenti sono stati affissi prima che le Istituzioni Municipali e Comunale completassero l’Iter della Delibera.

Il parere negativo hanno detto nei loro interventi i consiglieri nasce anche dal fatto che l’allungamento del tracciato proposto da Atac senza un aumento delle vetture certificato dall’Azienda non può che danneggiare gli utenti del servizio di trasporto pubblico, da qui il voto contrario espresso, come abbiamo già detto, all’unanimità.

Dalla seduta di Commissione del 9 ottobre

Attuale percorso del 556

Percoso attuale del 556

Va anche aggiunto che da schede dell’Atac che sono circolate nella seduta di Commissione del 9 ottobre, e che pubblichiamo, nello schema del numero di corse giornaliere, e secondo i vari scaglioni di orari, si legge che le corse del nuovo percorso sono inferiori a quelle attuali.

Alle richieste di chiarimento dei consiglieri, i rappresentanti dell’Atac, presenti alla riunione, hanno risposto che c’era un errore nelle schede e che le frequenze delle corse non sarebbero cambiate.

Inoltre nello schema del programma della zona sud-est (a differenza della linea 663) non è scritto che la 556 verrà potenziata.

Nuovo Percorso del 556

Percorso 556 dal 21 ottobre

Il nuovo percorso del 556

Il percorso del 556 rimarrà uguale fino a via dei Ruderi di Casa Calda per poi voltare su via P. Belon (transitando vicino al Policlino Casilino), via Casilina (Metro C Torre Spaccata), via di Torre Spaccata, viale A. Ciamarra e raggiungere il capolinea di Anagnina (Metro A). Lo stesso percorso sarà seguito anche la domenica (abolito il 556F).

Peggioramento per i cittadini di Tor Tre Teste

Nel sito ufficiale dell’Agenzia di Roma Mobilità, presentando il programma dei cambiamenti nella zona sud est, è detto chiaro “ottimizzazione della rete bus nelle zone Quarto Miglio, Statuario, Capannelle, Cinecittà, Torre Spaccata e Romanina”, non certo per la zona di Tor Tre Teste.

L’esigenza dei cittadini di Tor Te Teste è quella di avere un servizio di bus più efficiente, per poter uscire dal quartiere e collegarsi con il resto della città. In passato hanno anche chiesto un collegamento diretto con la Metro A. Non gli è stato mai concesso. Il collegamento arriva ora quando, dopo l’entrata in funzione della Metro C, a loro non serve più.

Evidentemente si è voluto tener conto, a completo discapito del quartiere Tor Tre Teste, delle richieste, magari di chi abita in un quartiere più a sud, ma che non potevano essere soddisfatte con l’istituzione di una nuova linea.

Alla luce di tutto ciò e con il prolungamento di circa 4 km del tragitto del 556, è facile prevedere che per gli abitanti di Tor Tre Teste il servizio di trasporto pubblico subirà un inevitabile peggioramento.

Dove non c’è guadagno la remissione è certa


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti