Dar Ciriola asporto

Il Municipio Roma V imbavaglia i cittadini

Non sarà più permesso ai cittadini singoli o associati di intervenire prima dei consigli se non su argomenti già all'ordine del giorno
di Alessandro Moriconi - 3 Dicembre 2013

I capogruppo dei partiti del Municipio Roma V il 29 novembre 2013 hanno deciso di intervenire nel modo più andidemocratico possibile per regolamentare la possibilità data a cittadini e associazioni di poter portare all’attenzione degli eletti problematiche di interesse municipale e non solo.
La decisione presa consiste che ai cittadini singoli o associati sarà lasciata solo la possibilità di intervenire su tematiche poste all’ordine del giorno dei lavori dell’assemblea.

Consiglio Ex VII MunicipioUn atto grave che non censura ma limita di molto la partecipazione dei cittadini alla vita democratica del Municipio, allontanandoli ancora una volta dalla politica, in quanto i calendari delle assemblee e delle commissioni al momento ne è dato sapere solo andando a leggere l’albo pretorio del Municipio (e che il sitointernet dello stesso è ancora in corso di aggiornamento).

Alla riunione ristretta che ha prodotto tale decisione non hanno partecipato Arioli, perché assente in quel momento e Pacifici, per motivi di lavoro, che però in seguito ha commentato “non sono assolutamente d’accordo con questa decisione, togliere la parola ai cittadini è un gesto violento che non mi appartiene, fossi stato presente mi sarei opposto con tutte le forze di fronte ad un simile sopruso”.

Le sedute di consiglio solitamente sono di breve durata e quindi trovare una spiegazione a tutto questo è difficile.

 


Commenti

  Commenti: 3


  1. Non sono assolutamente d’accordo con questa decisione togliere la parola ai cittadini è un gesto violento che non mi appartiene, preciso di non avere partecipato alla conferenza dei capigruppo del 29 per motivi di lavoro, mi sarei opposto con tutte le mie forze di fronte ad un simile sopruso

    • Daniela La Rustica


      Intanto Pacifici dia esempio sia più presente in aula faccia meno annunci e più fatti…… le parole se le porta il vento !

  2. Pietrosanti antonio


    C’è una bella differenza tra il togliere la parola e concederla. . Suppongo che i Sigg. Capigruppo non abbiamo bisogno di lezioni di democrazia. Con osservanza, Antonio Pietrosanti.

Commenti