Il paradosso del Parco Caravaggio

Catarci: "sbloccare empasse che impedisce al Parco di uscire da uno stato di incuria e degrado"
Enzo Luciani - 23 Dicembre 2011

“Il supermercato Conad di Via Attilio Ambrosini,nel Municipio XI ha ottenuto in concessione una porzione di Parco Caravaggio, per realizzare una rampa ed un ingresso indispensabili alle attività svolte. In cambio avrebbe dovuto provvedere alla manutenzione ed alla guardiania dell’area verde pubblica per un valore pari al canone di concessione. A distanza di parecchi anni l’accordo non è ancora stato siglato e nei fatti si è trasformato in prebenda a titolo gratuito!”“A seguito di uno degli innumerevoli solleciti del Municipio XI, l’Assessorato capitolino all’Ambiente ha informalmente comunicato che per l’avvio della convezione è necessaria una stima del valore economico dell’area, di cui ancora non vi è traccia. Insomma, c’è un empasse che procura un incredibile paradosso: per non spendere qualche centinaia di euro in una perizia si rinuncia ad un’entrata che dovrebbe aggirarsi intorno a decine di migliaia di euro e ad un servizio gestionale che potrebbe far uscire dallo stato di incuria e degrado che oggi attanaglia Parco Caravaggio. Si susseguono i dirigenti, si avvicendano gli assessori, peggiora la qualità dell’area verde e la possibilità di fruirne da parte della cittadinanza, ma il paradosso-Caravaggio sta sempre lì!” – dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti