Il patrimonio informativo urbanistico da oggi sul geoportale di Roma Capitale

Dal 29 ottobre quindi vengono rese disponibili una parte considerevole delle informazioni cartografiche prodotte dal Dipartimento, in particolare del PRG (Piano Regolatore Generale)
Redazione - 29 ottobre 2018

“Semplificare l’accesso – informa il sito del Comune di Roma – alle informazioni per rendere l’Amministrazione sempre più vicina alle necessità di cittadini e professionisti anche in ambito urbanistico. Il patrimonio informativo dell’Urbanistica da oggi on line all’interno della NIC (Nuova Infrastruttura Cartografica), piattaforma digitale raggiungibile dal portale di Roma Capitale, attraverso cui cittadini e professionisti potranno accedere a dati e informazioni fino a ieri disponibili solo negli uffici competenti.

L’Assessorato all’Urbanistica e il Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica, grazie anche alle potenzialità del sistema realizzato dall’Assessorato Roma Semplice con il Dipartimento Trasformazione Digitale, mettono a disposizione nuovi strumenti di lavoro rivolti in particolare ai tecnici, semplificando così l’interazione con l’amministrazione e contribuendo a snellire l’afflusso di pubblico negli uffici.

La NIC (consultabile al link https://www.comune.roma.it/web/it/sistema-informativo-territoriale-nic.page) è il sistema informativo territoriale che accoglie, in forma organizzata, il patrimonio informativo geografico navigabile online. Un sistema che continuerà a migliorare attraverso le attività di evoluzione software per rendere disponibili nuove funzionalità e si arricchirà di nuovi dati, dando a tutti la possibilità di navigare, interrogare e fare analisi territoriali.

Da oggi quindi vengono rese disponibili una parte considerevole delle informazioni cartografiche prodotte dal Dipartimento, in particolare del PRG (Piano Regolatore Generale), costituito dall’insieme di regole e modalità di trasformazione per l’intero territorio comunale (“Sistemi e regole”), da prescrizioni di tutela del suolo (“Rete ecologica”) e del patrimonio storico (“Carta per la qualità”) oltre agli aggiornamenti apportati al PRG successivamente alla sua approvazione”.

Aumentare la possibilità di accesso alle informazioni – dichiara l’Assessore all’Urbanistica Luca Montuori –significa aumentare la consapevolezza dei cittadini sulle trasformazioni in atto e potenziali, facilitare il lavoro dei professionisti e soprattutto ridurre i margini di interpretazione sulle procedure e sulle norme che regolano le trasformazioni. La vera novità del sistema è di poter essere implementato con l’aggiornamento di informazioni man mano che vengono approvati nuovi strumenti di governo del territorio, varianti di pianificazione o simili. Inoltre nel tempo aumenteranno le informazioni permettendo di interrogare la cartografia con livelli di dettaglio sempre più ricchi e utili”.

“L’evoluzione del geoportale – conclude l’Assessora a Roma Semplice Flavia Marzano – significa maggiore ricchezza di dati territoriali prodotti dall’Amministrazione e resi accessibili ai cittadini. Non solo. Lo sviluppo progressivo della piattaforma che, in coerenza con l’impegno dell’amministrazione sul fronte del software libero, è in OpenStreetMap la rende uno strumento tecnico e informativo ancora più efficace nel supporto delle attività di programmazione e governo del territorio”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti