Il presidente dell’VIII Municipio Massimiliano Lorenzotti si dimette

Oggi si sarebbe discussa la fiducia in Consiglio
Enzo Luciani - 25 Ottobre 2012

Oggi 25 ottobre, giorno in cui i consiglieri municipali avrebbero dovuto discutere la fiducia al presidente del municipio Massimiliano Lorenzotti, il minisindaco spiazza tutti e si dimette. Dopo tre mozioni di sfiducia e una delicata situazione economica municipale, acutizzata dal taglio delle risorse all’assistenza a disabili e ad anziani, Lorenzotti fa un passo indietro lasciando la palla alle opposizioni, che potrebbero ugualmente presentare la mozione di sfiducia e votarla, confermando la fine del governo di centro destra in VIII Municipio.

"Le dimissioni del presidente –  dichiarano, in una nota congiunta, il capogruppo Pd in municipio VIII, Fabrizio Scorzoni, il segretario municipale Pd, Andrea Sgrulletti, e il consigliere Pd Fabrizio Cremonesi – sono da considerarsi il proseguimento dell’agonia politica di questa maggioranza di centro-destra.

Se l’istituzione municipale fosse un malato terminale, diremmo che si tratta di accanimento terapeutico. Dinamiche esclusivamente politiche che sono in atto sia a livello regionale, che comunale e municipale, nel tentativo di produrre accordi per le candidature alle prossime elezioni, provocano, attraverso queste dimissioni, un rinvio dello scioglimento del consiglio inutile per i cittadini – i cui problemi rimangono al palo – e dannoso per le istituzioni, che aumentano il loro discredito".

Dar Ciriola asporto

 

 

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti