Il Presidente Palmieri fa il bilancio dei due anni di governo

In via Perlasca davanti a cittadini e associazioni il minisindaco ha illustrato risultati e difficoltà nel governo del V municipio 
di Sergio Scalia - 25 Ottobre 2015

Giovedì 22 ottobre 2015 si è svolto presso la sala Consiglio del V municipio un incontro in cui il Presidente Giammarco Palmieri ha presentato un bilancio di questi due anni di governo municipale alla presenza della Giunta e dei consiglieri della maggioranza. All’incontro hanno partecipato cittadini ed associazioni di quartiere, che hanno poi preso la parola per sottolineare alcuni nodi irrisolti del territorio.

fotoscuraDopo una breve introduzione del Presidente del Consiglio Municipale Antonio Pietrosanti, Palmieri ha articolato il suo intervento in più parti ricordando le cose realizzate in questi due anni, le cose avviate e le difficoltà incontrate per i limiti di bilancio e per la paralisi indotta in molti settori della macchina comunale dopo le inchieste giudiziarie avviate.

La trasformazione più evidente in questo periodo è stata rappresentata dall’apertura della Metro C e della Prenestina Bis, due opere che attendevano da anni di essere consegnate ai cittadini e che, pur essendo di competenza del Comune, hanno visto un’attenzione del Municipio per segnalare e risolvere alcune disfunzioni durante la fase finale dei lavori. L’avvio della Metro C ha anche prodotto una piccola rivoluzione nei trasporti del quadrante Casilino e il Municipio si è fatto interprete dei disagi che sarebbero derivati dalla soppressione del trenino, riuscendo ad ottenere alcuni interventi di messa in sicurezza della linea, con l’obiettivo di trasformare in tranvia veloce l’intera linea fino a Termini.

Sul tema della difesa del territorio la Giunta Palmieri ha voluto svolgere un ruolo attivo contro nuovi progetti di cementificazione, proseguendo battaglie già iniziate durante la consigliatura di Alemanno, come il cemento sul comprensorio Casilino e sulla Snia-Viscosa, progetti cancellati dalla Giunta Marino come quelli di housing sull’area Mistica-Casacalda. Il Municipio ha anche partecipato a nuove battaglie, come quella contro la speculazione sul Centro Carni e per il mantenimento di quella struttura produttiva sul territorio, scontrandosi in alcuni casi anche con alcune scelte della Giunta Marino.

fotopubblicoVmunicipioMa la difesa del territorio si è evidenziata anche sulla fragilità del sottosuolo, che in alcuni quartieri del Municipio produce frequenti voragini, difficili da prevedere e da riparare, con pesanti danni per la viabilità e per le attività commerciali  e questo tema è stato posto all’attenzione del Comune e dell’Università per definire un piano di interventi che possa anche far riferimento a fondi europei di messa in sicurezza del territorio.

Viste le scarse risorse del bilancio comunale, anche per le manutenzioni scolastiche il Municipio ha partecipato e vinto nel 2015 un bando della Regione Lazio, ottenendo così i fondi per la manutenzione di nove scuole, che verranno utilizzati nel biennio 2016-17.

Le lamentele più forti dei cittadini riguardano spesso il degrado delle aree verdi e la scarsa manutenzione stradale e su questi temi Palmieri ha ricordato come, dopo l’inchiesta di mafia capitale, siano stati interrotti tutti gli appalti di manutenzione del verde affidati alle cooperative sociali, avviando nuove gare di affidamento  non ancora concluse e  lasciando la manutenzione del verde al solo personale del servizio giardini, da anni insufficiente a gestire il verde a Roma. Nel V Municipio con l’impegno dell’Assessore Pietroletti si sono attivate alcune convenzioni con associazioni e gestori di punti infanzia per la manutenzione di piccole are verdi e molte iniziative di volontariato hanno consentito di restituire ai cittadini la fruizione di spazi verdi, anche se tutto ciò non può certo ritenersi soddisfacente.   Per la manutenzione stradale, sono stati concordati col Comune interventi sulla grande viabilità, mentre solo da poche settimane è disponibile un nuovo appalto di manutenzione del Municipio, dopo una lunga attesa per la conclusione dei bandi di gara comunale.

In una recente ricerca dell’Università il V Municipio è stato riconosciuto come l’area romana con la maggiore vivacità culturale. Numerosi sono stati gli eventi culturali nei vari quartieri, dalla street art, al bando europeo vinto per la valorizzazione della via Francigena, all’apertura del cinema Avorio per la Festa del Cinema, al concorso della Bocconi sulla mobilità ciclabile vinto con il progetto dei “Diari della bicicletta”, alle molte iniziative sviluppate grazie alla vivacità delle associazioni più che ai limitati finanziamenti comunali. Dopo il restauro delle Catacombe  di S. Marcellino, il prossimo completamento dei lavori per il Mausoleo di Sant’Elena e il finanziamento delle ville romane sull’aeroporto di Centocelle, il Municipio ha avviato con l’Università il progetto Archeobus, che intende valorizzare per il turismo le grandi ricchezze archeologiche ed artistiche presenti sul territorio, che comprendono anche l’Acquedotto Alessandrino e la chiesa di Meier.

Nonostante una fase difficile per i bilanci, il Municipio è riuscito a garantire tutti i servizi di assistenza sociale, attivando anche nuovi spazi per le donne vittime di violenza, per i disabili e i minori. Il V Municipio ha dovuto affrontare in questi anni momenti di tensione soprattutto a Tor Sapienza e al Pigneto, dove  i problemi della sicurezza e della vivibilità del quartiere hanno fatto scendere in piazza cittadini e comitati. In ogni occasione il Presidente e gli amministratori del Municipio sono stati presenti ed hanno portato tutti gli interessati a un confronto con il prefetto, che in più occasioni ha presenziato ad incontri in via Perlasca e che ha istituito un tavolo di contatto permanente col Municipio.

Uno dei record poco invidiabili del V Municipio è quello di ospitare sul proprio territorio il maggior numero di autodemolitori di Roma e per questo si è cercato di mettere in moto dei processi di delocalizzazione con atti della Giunta e del Consiglio municipali, con incontri con gli assessorati comunali e regionali, riuscendo ad inserire tra le priorità dei prossimi spostamenti le attività di rottamazione insistenti sul Parco di Centocelle, a partire dalle aree dove sono già finanziati lavori di riqualificazione.

Dopo la relazione di Palmieri alcuni cittadini sono intervenuti per sottolineare risultati positivi o per denunciare ritardi e limiti nell’azione di governo del Municipio. In particolare un rappresentante degli abitanti di Via Morbelli ha ringraziato il Presidente e la Giunta per l’impegno che ha portato all’avvio dei lavori per le case di via Tiratelli, che da dieci anni dovevano essere costruite come opere compensative TAV, mentre alcuni cittadini di Torpignattara e di via Formia hanno evidenziato le difficoltà del quartiere e i ritardi nell’avvio dei lavori per la ristrutturazione della rete fognaria. Anche alcuni rappresentanti del comitato contro la costruzione del supermercato LIDL hanno criticato il municipio per non essere riuscito a bloccare i lavori in un’area ritenuta vincolata.

Il Presidente Palmieri ha risposto a queste osservazioni assumendo impegni su alcune delle opere richieste, ma precisando che sulla costruzione di LIDL, opera autorizzata da tutti i dipartimenti comunali e dalla sovrintendenza, il municipio si era assunto la responsabilità di sospendere i lavori fino al chiarimento delle autorità di tutela e per questo era stato anche citato per danni rilevanti dalla ditta costruttrice, ma, dopo il parere autorizzativo della sovrintendenza, non esistevano più le condizioni per una sospensione, che a questo punto può essere disposta solo dagli organi giudiziari ove rilevassero irregolarità nelle autorizzazioni concesse.

Per l’attuale situazione di dimissioni del Sindaco e di imminente scioglimento del Consiglio Comunale, Palmieri ha ricordato che questa relazione di metà mandato deve anche essere letta come un bilancio definitivo di questa consigliatura e molte delle opere avviate dovranno essere completate dal Presidente e dalla maggioranza che usciranno vincitori dalla prossima competizione elettorale.

Macelleria Colasanti

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti