Il romano Paolo D’Achille è il nuovo presidente dell’Accademia della Crusca

È docente di Storia della lingua italiana, Linguistica italiana e Dialettologia italiana presso l’Università Roma Tre

“Oggi (28 aprile 2023) l’Accademia ha rinnovato il suo Consiglio ed eletto il suo nuovo presidente. Claudio Marazzini, al termine dei tre mandati previsti dallo Statuto, ha lasciato l’incarico che ricopriva dal 2014 ed è stato eletto presidente onorario. Nuovo presidente dell’Accademia è Paolo D’Achille: docente di Storia della lingua italiana, Linguistica italiana e Dialettologia italiana presso l’Università Roma Tre, accademico della Crusca dal 2011, dal 2022 aveva il ruolo di vicepresidente”. Così ne ha dato notizia il profilo facebook dell’Accademia, mentre il comunicato stampa è in: https://accademiadellacrusca.it/…/paolo-dachille…/33219

La mia conoscenza e amicizia con il nuovo presidente dell’Accademia della Crusca risale a circa venti anni fa. Mi fu presentato dal prof. Ugo Vignuzzi, stimato maestro di tutti noi, e da allora c’è stato tra di noi uno scambio continuo di informazioni e di studi. In particolare dal 2005 al 2008 quando nella sua  veste di direttore della “Rid.IT Rivista on line di Italianistica” ha recensito e fatto recensire i libri sui dialetti di Roma e del Lazio che con la mia editrice Cofine ho pubblicato, fornendomi utili indicazioni e consigli per lo sviluppo del Centro di documentazione della poesia dialettale “Vincenzo Scarpellino” e poi conferendo autorevolezza alla Giuria del Premio di poesia e stornelli nei dialetti del Lazio “Vincenzo Scarpellino” fin dalla sua prima edizione nel 2011.

Nel congratularmi con lui insieme a tutta la Giuria del Premio Scarpellino, volentieri pubblico, qui di seguito, il suo ponderoso curriculum riportato dal sito dell’Accademia della Crusca

Paolo D’Achille

[In foto: Paolo D’Achille con la sua pala e con quella di Claudio Marazzini]

Nome accademico: Integrale
Motto: Dentro ogni tutto, ed antico e novello
Socio dal 16 maggio 2011
Accademico ordinario dall’11 settembre 2013
Professore ordinario di Linguistica Italiana presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università Roma Tre.
È stato presidente della SILFI (Società Internazionale di Linguistica e Filologia Italiana) dal 2000 al 2002, segretario dell’ASLI (Associazione per la Storia della Lingua Italiana) dal 1999 al 2002, membro del Comitato Esecutivo della SLI (Società di Linguistica Italiana) dal 2007 al 2010; coordinatore della Sezione Scuola dell’ASLI dal 2012 al 2016. È socio ordinario dell’Arcadia e socio effettivo della Società Romana di Storia Patria.
Ha fatto parte del comitato scientifico della Enciclopedia dell’italiano (Roma, Istituto della Enciclopedia Italiana, 2010-2011). È membro del comitato direttivo di “Lingua e stile” dal 2019, dell’”Archivio per il Vocabolario Storico Italiano” dal 2018; dal 2005 al 2008 è stato direttore della “Rid.IT Rivista on line di Italianistica”; dal 2012 è direttore, insieme ad Alda Rossebastiano, della collana “Stiledia – Storia dell’Italiano, Lessicologia, Dialettologia” per la Società Editrice Romana- ItaliAteneo.
Dal 2018 è membro del comitato scientifico della “RID. Rivista italiana di Dialettologia”, per la quale è corrispondente per il Lazio dal 1987; dal 2004 è “rédacteur correspondant” in Italia per la “Revue Romane”; è membro del comitato scientifico di “LId’O. Lingua italiana d’oggi” dal 2006, del “Siculorum Gymnasium” dal 2015, della rivista polacca “Translatorica & Translata” dal 2018.
Nel 2019 ha ottenuto il Premio Letterario Nazionale “Nicola Zingarelli” – Premio Speciale “Non omnia possumus omnes”.
Si è occupato di vari temi e problemi di storia della lingua italiana, studiando in particolare i rapporti tra il parlato e lo scritto, la produzione semicolta e in genere le varietà diafasiche e diastratiche in prospettiva storica, la lingua del melodramma e del teatro, le scritture esposte, specifiche questioni di morfologia flessiva e lessicale e di sintassi.
Ha studiato anche vari aspetti dell’italiano contemporaneo, occupandosi dei neologismi, del problema dell’editing e della revisione redazionale dei testi, delle varietà regionali di italiano, del linguaggio giovanile, della lingua di vecchi e nuovi media, di onomastica, delle idee linguistiche di Pasolini.
Negli ultimi anni ha svolto (da solo o in collaborazione con altri studiosi) ricerche sul lessico e la formazione delle parole in prospettiva storica, occupandosi di termini di colore, composti aggettivali, nomi comuni derivati da nomi propri, nomi di mestieri, suffissati in -ata, nonché di francesismi di uso internazionale.
Ha inoltre condotto ricerche sulla situazione linguistica romana e laziale, con particolare riferimento alla produzione scritta dei secc. XIV-XVIII, e su problemi di fonetica, morfologia, sintassi e lessico del dialetto romanesco dall’Ottocento a oggi. Dirige, insieme a Claudio Giovanardi, il Vocabolario del romanesco contemporaneo.
È responsabile del Servizio di consulenza linguistica e direttore del periodico “La Crusca per voi” dal 2015, membro del Direttivo dal 2017, membro del comitato scientifico del periodico in rete “Italiano digitale” dal 2018.

Intervista a Paolo D’Achille

Condivido con molto piacere questa bella e tempestiva intervista dell’amico Alberto Raffaelli al neo presidente dell’Accademia della Crusca Paolo D’Achille sul gruppo facebook Segnalazioni Letterarie.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento