Il sorriso di Federica Cavallaro splende in Campidoglio

Giovedì 8 novembre 2012, la premiazione dei vincitori del Concorso Letterario indetto dall’ITIS Giovanni XXIII per ricordare la giovane studentessa scomparsa prematuramente nel 2011
di R. D. L. - 8 Novembre 2012

Giovedì 8 novembre 2012 mattina, si è svolta nella Sala della Protomoteca in Campidoglio, una delle cornici più belle ed importanti della nostra città, la premiazione dei vincitori del Concorso Letterario indetto dall’ITIS Giovanni XXIII per ricordare la sua giovane studentessa Federica Cavallaro, scomparsa prematuramente nel 2011, per una patologia cardiologica.

La sala era gremita da un foltissimo pubblico, di parenti, amici, compagni, insegnanti, ma soprattutto tanti studenti che hanno voluto stringersi ancora una volta intorno alla famiglia di Federica e testimoniare tutto il loro affetto.

Al tavolo della presidenza erano presenti il presidente di Planet Onlus Luisella Di Curzio e il presidente onorario della stessa Francesco Figliomeni, il consigliere comunale e Presidente Commissione Urbanistica Roma Capitale Marco Di Cosimo, l’assessore alla Cultura Leonardo Galli, il cardiologo dell’Asl RmB dott. D’Agostino, il preside dell’ITIS Giovanni XXIII prof. Arturo Marcello Allega i quali hanno svolto brevi interventi.

In avvio l’avv. Figliomeni, anche a nome di Luisella Di Curzio, ha illustrato l’attività di prevenzione cardiologica che la sua associazione sta attuando, anche a seguito della morte di alcuni giovani sia sui campi di calcio che all’interno di scuole periferiche, come quella che ha visto protagonista Federica Cavallaro – alunna modello dell’Istituto scolastico superiore "Giovanni XXIII" di Tor Sapienza scomparsa a causa di un arresto cardiaco il 14 aprile 2011 – una brillante studentessa che ha lasciato un libro da lei scritto che è in diffusione a scopo benefico. Nel nome di Federica Cavallaro Planet Onlus intende continuare l’opera di sensibilizzazione sulla importanza delle azioni sanitarie preventive ed a tale scopo, ha donato alle scuole Giovanni XXIII, Gioacchino Gesmundo e Salvo D’Acquisto tre defibrillatori di ultima generazione unitamente al corso per gli operatori e tre targhe da posizionare all’esterno delle rispettive strutture in modo tale che sia facilmente identificabile che la scuola è adeguatamente attrezzata dal punto di vista della prevenzione cardiologica e soprattutto che in caso di emergenza all’esterno della scuola sia prontamente individuabile dove è possibile reperire un apparecchio defibrillatore.

Il cardiologo dell’Asl RmB dott. D’Agostino ha illustrato le principali cause di arresto cardiaco e di morte improvvisa oltre alle varie funzioni dei defibrillatori, strumenti che dovrebbero essere posizionati in ogni centro di aggregazione.

Il preside Allega ha affermato: “Federica rappresenta molte cose per noi, in particolare la lotta contro due mali: 1) l’analfabetismo (con il suo impegno per la scrittura), le patologie cardiache che sempre oggi più colpiscono anche i giovani”. L’impegno letterario di Federica – ha proseguito il preside – ha portato alla pubblicazione, grazie anche alla collaborazione di un gruppo di studenti dell’ITIS Giovanni XXIII, del libro "Voglio una Favola" di Federica Cavallaro che, auspichiamo sia possibile distribuire in modo adeguato tramite la rete scolastica e la rete delle Biblioteche, in modo tale che si possa contribuire al finanziamento delle successive edizioni del Concorso Letterario per i prossimi anni e a proseguire l’attività di sensibilizzazione sull’importanza delle azioni sanitarie preventive con la donazione di altri defibrillatori alle scuole, in collaborazione con l’Associazione Planet Onlus.

L’assessore alla Cultura del VII municipio Leonardo Galli, complimentandosi con gli organizzatori del Premio, ha sottolineato come un territorio particolarmente vocato alla cultura (ed ha citato gli esempi dei poeti Vincenzo Scarpellino e di Achille Serrao, scomparso di recente) possa ora annoverare anche una giovane gemma preziosa: Federica Cavallaro, con il suo bel libro.

Il consigliere comunale Marco Di Cosimo ha sottolineato la difficoltà di comprensione, anche nel linguaggio, tra gli adulti e le nuove generazioni e l’importanza dell’insegnamento che deriva dall’esempio di Federica per prima cosa nell’impegno nella lettura e nella scrittura, sempre più raro tra i giovani, secondariamente nell’impegno per assicurare la prevenzione cardiaca ed infine la forza della solidarietà che nel suo nome consente all’associazionismo di esprimere solidarietà ed impegno nel sociale.
Prima delle premiazioni il prof. Gaeta ha letto la presentazione del libro a cura della sorella di Federica, Eleonora ed è stato proiettato il commovente video su Federica al cui montaggio ha collaborato il papà di Federica. Marco.

Il Sindaco Gianni Alemanno, non ha voluto mancare all’appuntamento e, in un sintetico intervento, ha esortato tutti all’impegno sociale e solidale senza del quale una comunità come quella di Roma non può progredire. Il sindaco si è anche congratulato personalmente con i vincitori ed ha posato con loro.

Nel nome di Federica Cavallaro, l’Associazione Planet Onlus ha donato alle scuole Gesmundo, D’Acquisto e al Giovanni XXIII tre defibrillatori di ultima generazione unitamente al corso per sei operatori (due per ogni scuola ).

Nel corso della cerimonia, infine, grazie alla collaborazione ed all’impegno di un gruppo di studenti del nostro istituto è stato presentato il libro “Voglio una favola”, scritto da Federica.

Gli studenti premiati, di cui sono stati letti frammenti degli elaborati, frequentano la Scuola Elementare Gesmundo, la Scuola Media S. D’Acquisto, e l’ITIS Giovanni XXIII. Ai vincitori sono stati assegnati dei buoni ed una targa ricordo.

Ecco tutti i vincitori divisi per categoria ed in ordine alfabetico: Scuola elementare: Brunori Claudio, Saguto Federica, Sartore Alyson; Scuola media: De Santis Ilaria, Ricci Chiara, Santarelli Giorgia; Scuola superiore: Caruso Simone, Pieretti Francesca, Ruffo Valeria, Tucci Giorgia

I vincitori sono stati premiati con una targa e con un buono per l’acquisto di materiale scolastico. Premi speciali andranno inoltre a: Deborah Lombardo per la partecipazione; alla Classe ex IV A (Scuola elementare Gesmundo), alla Scuola media S. D’Acquisto – alla Classe 1^ A liceo (ITIS Giovanni XXIII ) per il maggior numero di partecipanti. Alla Scuola Media F. Parri per la partecipazione. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti