‘Il tuo cane non può raccoglierla, tu sì!’

L'iniziativa del XI municipio e Legambiente per sensibilizzare sulla pulizia di parchi e strade
Enzo Luciani - 18 Gennaio 2013

“Il tuo cane non può raccoglierla, tu sì!" E’ questo il nome dell’iniziativa promossa da Legambiente in collaborazione con il Municipio Roma XI. 

Si dice che porti fortuna, ma quando si attraversa un marciapiede o ci s’incammina all’interno di un giardino pubblico e si pesta una delle innumerevoli ‘cacche’ presenti, la rabbia monta per la manifesta inciviltà di chi non ha nessuna attenzione per gli altri e per i beni comuni.Al Parco di via Rosa Raimondi Garibaldi, si è riusciti ad avviare un progetto che sta dando i primi frutti. Si sono installati 5 appositi cestini di colore giallo, dedicati solo alle deiezioni canine.

"Grazie anche al coinvolgimento diretto dei proprietari dei cani, che si sono impegnati nella gestione materiale dei cestini, la situazione va migliorando di giorno in giorno – dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI – e Legambiente ne seguirà gli sviluppi per apportare eventuali correttivi e potenziare l’impatto dell’intervento. Già in quest’ottica posizionati altri cestini nelle piccole aree verdi limitrofe di viale Giustiniano Imperatore e via Tito. Rispetto della cosa pubblica – conclude Catarci – attenzione all’altro ed alla convivenza, educazione ed impegno civico, sono elementi di cui una città come Roma non può fare a meno e che vanno riaffermati con pratiche concrete basate sul coinvolgimento, la sensibilizzazione e la partecipazione di cittadini.” 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti