In arrivo le barriere stradali ‘Salva-Motociclisti’

di Franco Leggeri - 22 Settembre 2009

Il Centro Sperimentale di Cesano dell’Unità Ricerca ed innovazione dell’Anas ha progettato una nuova barriera stradale "a misura di motociclista". Sono state eseguite, nella pista Aisico di Anagni, tutte le prove di crash e i test tradizionali TB11 e TB51 (autovetture e autobus), oltre a quelle sui manichini motociclisti.

Il Presidente dell’Anas, Pietro Ciucci, la scorsa settimana ha espresso la sua soddisfazione per l’importante traguardo raggiunto ed ha dichiarato: ”insieme allo sforzo prodotto per migliorare la disponibilità di infrastrutture nazionali, l’Anas ha posto l’accento sul miglioramento della gestione della rete esistente, individuando criteri, azioni e attrezzature specializzate ispirate alla più avanzata tecnologia stradale, a servizio della sicurezza attiva e passiva delle strade esistenti.
Per primi in Italia abbiamo pensato anche ai motociclisti nella progettazione di un dispositivo di sicurezza, in modo da contribuire a ridurre la mortalità degli incidenti per questa categoria di utenti. L’installazione delle nuove barriere potrà avvenire progressivamente sulla nostra rete”.
L’Ing. Eleonora Cesolini ha diretto la squadra dei progettisti. La nuova barriera si chiama “Anas H2 Bordo Laterale – SM”, in cui SM sta per “Salva Motociclisti”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti