In memoria di Sky – I conti di Beppe – Il fine-vita e il fine-italiano di Daniele Capezzone

I Fatti e i Misfatti di luglio 2011 di Mario Relandini
Enzo Luciani - 14 Luglio 2011

In memoria di Sky

"Ho acquistato una pagina del "Corriere della sera" – ha spiegato la pittrice e scultrice Luciana Matalon – per dare l’ultimo addio al mio gatto Sky".   Testimonianza, indubbiamente, di grandissimo affetto. Ma, per una pagina a pagamento sul "Corriere della sera", occorre un bel forziere di euro. Il gatto Sky – c’è da esserne sicuri – avrebbe gradito di più, se la "sua" effezionata Luciana avesse devoluto quella somma non indifferente – in sua memoria, naturalmente – a qualche bambino africano ammalato o affamato.   I conti di Beppe   "Via dagli incarichi di partito e dalle liste elettorali – ha lanciato la proposta di legge il "catto-pd" Beppe Fioroni – quanti abbiano più di 65 anni".   Potrebbe essere anche giusto ed opportuno. Ma quanti anni ha il "catto-pd" Beppe Fioroni? Quasi 53. Abile e arruolato, dunque, per ben altre tre legislature piene. Tranquillo, insomma, per altri dodici anni. Ma – potrebbe chiedere qualcuno – ma dopo? Nessun problema per il "catto-pd" Beppe Fioroni: lui sa, infatti, che dopo Dio vede e provvede.   Il fine-vita e il fine-italiano di Daniele Capezzone   "Biotestamento come volontà del paziente solo come orientamento e non vincolante – ha dichiarato l’ex radicale ed attuale pdl Daniele Capezzone – se fossi in aula, non avrei votato a favore".   Se fossi in aula? Se fossi stato, onorevole Capezzone, non se fossi. È dunque, onorevole Capezzone, costituzionalmente lecito avere proprie idee sul "fine-vita", ma sintatticamente sconveniente esprimerle uccidendo la lingua italiana. Per fortuna, comunque, che l’onorevole Capezzone ha conseguito il diploma di maturità classica al severo istituto "San Giuseppe-De Merode". Altrimenti, magari, se ne sarebbe uscito così: "Se sarei in aula, non avessi votato a favore". Addirittura peggio di Tonino Di Pietro!

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti