In Regione per chiedere la tutela del paesaggio

Lunedì 29 luglio alle 15.30 in occasione dell'avvio della discussione del PTPR Piano Territoriale Paesaggistico Regionale, la cui approvazione è attesa da 12 anni
Redazione - 26 Luglio 2019

Lunedì 29 luglio alle 15.30 inizierà la discussione del PTPR Piano Territoriale Paesaggistico Regionale, la cui approvazione è attesa da 12 anni.

Da tempo associazioni e comitati ambientalisti  chiedono alla Regione Lazio  di introdurre anche per il Centro storico di Roma le stesse tutele paesaggistiche degli altri comuni della regione. E, più recentemente,  hanno chiesto che le stesse tutele siano previste per i tessuti novecenteschi della città storica, come  i cosiddetti “villini” a rischio demolizione, saliti alla ribalta delle cronache nell’ultimo anno.

Lo scorso 15 luglio  sono stati proposti da 3 consiglieri del Partito Democratico, e approvati  a maggioranza in Commissione urbanistica,   degli emendamenti  che hanno completamente stravolto, a 15 giorni dal voto in Consiglio,  il PTPR  della Proposta di Deliberazione adottata dalla Giunta regionale nel  dicembre scorso, riportando il Piano paesaggistico  alla versione adottata nel 2007.

Tale decisione è considerata inaccettabile dalle associazioni ambientaliste (Associazione Carteinregola,  Italia Nostra Roma, Associazione Bianchi Bandinelli, FAI Lazio, Salviamo il paesaggio Roma e Lazio, VAS (Verde Ambiente e Società) Roma, Coordinamento Residenti Città Storica, Comitato Mura Latine,   Associazione 150 anni Roma) perché “ha cancellato il  ruolo e i contributi del Ministero dei Beni culturali  previsti dal Codice dei Beni culturali, e  soprattutto  dalla Costituzione Italiana, che all’art. 9 attribuisce la tutela del Paesaggio della Nazione alla Repubblica”.

Per questo invitano i cittadini, le associazioni, i  comitati, le forze politiche, che hanno a cuore la tutela del Paesaggio a sostenere queste ragioni lunedì  29 luglio alle 15.00 al  Consiglio regionale in Via della Pisana

“Chiediamo -dichiara Carte in Regola – di approvare un emendamento che introduca anche per il Centro storico di Roma le stesse tutele paesaggistiche degli altri comuni del Lazio. E che quelle tutele siano previste anche per i tessuti novecenteschi della città storica. Ma soprattutto chiediamo di annullare i 9 emendamenti approvati in Commissione il 15 luglio scorso, che hanno cambiato faccia alla Proposta di Deliberazione del Piano Territoriale Paesaggistico del Lazio, a 15 giorni dal suo approdo in Consiglio.”


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti