In via delle Robinie locandine che parlano di Centocelle

E che meritano di essere lette per conoscere meglio il qartiere
Attilio Migliorato - 24 Ottobre 2021
A Tor Tre Teste avevamo lo sportello bancario in via Davide Campari, vicino all’ufficio postale ed è stato  chiuso. Come sempre quando ho necessità mi faccio una bella passeggiata salutare sino a Centocelle. Lo sapete, sono un cronista “pedestre”.
Ieri  pomeriggio da via dei Frassini stavo ritornando a casa, e ho fatto il giro più lungo  e mi sono fermato all’angolo tra via della Robinie e piazza delle Peonie.
Mi ha incuriosito una bellissima struttura in metallo, bloccata per bene sul marciapiede con su affissa una bellissima locandina culturale della RETE D’IMPRESE ROBINIE, con i loghi di Roma Capitale Municipio Roma V, della Regione Lazio, delle Strade del Commercio del Lazio con una bella intestazione: i luoghi ideali per passeggiare, incontrarsi e fare acquisti. La spesa della struttura è stata finanziata dalla Regione Lazio.
Per abitudine e  per prassi, da cronista vado a caccia della “notizia in anticipo”, di solito sono brutte e negative quelle da evidenziare, questa al contrario è bella e positiva!
In sintesi la locandina contiene foto d’epoca e un’ottima descrizione storica di luoghi del V Municipio: Acquedotto Alessandrino e nubifragio del 1942, la Torraccia, palazzo e biforcazione da Piazza delle Conifere a Via dei Frassini e Via delle Ninfee del 1960 circa.
Mi sono chiesto se potesse essere l’unica locandina del quartiere o ce ne fossero altre, ho domandato ai vari negozianti… non sapevano nulla della struttura in metallo a pochi passi da loro. Ho deciso di continuare a fare il segugio a piedi nel quartiere e ne ho trovate altre due e solo in Via delle Robinie: una all’angolo con Piazza delle Peonie, e l’altra all’angolo con Via dei Noci, sempre con  foto d’epoca e sempre con un’ottima descrizione storica dei luoghi del V Municipio: il vecchio mercato di Via dei Platani, Piazza delle Peonie e Via delle Robinie, la Scuola Fausto Cecconi nel 1960. Nell’ultima locandina si cita anche Claudio Baglioni. Purtroppo è tutta imbrattata, nessuno che pensa a pulire il vetro. Pensate che non abbia chiesto il perché tra Via dei Castani,  Piazza dei Mirti, Piazza delle Gardenie? Nessuno sapeva. Dagli sguardi, ho capito che mi hanno preso per matto,
Comunque ottima l’iniziativa, sarebbe bello se fosse ripetuta in altre vie del quartiere e degli altri quartieri. Nuovi amministratori appena eletti, prendete nota.
Ieri mattina, sarà un caso, mi sono incontrato  con un mio amico  a Villa Ada, tra un caffè e una chiacchiera ci siamo addentrati nell’analisi della  frenesia che ci accompagna tutti i giorni, da quando ci svegliamo a quando andiamo a dormire . Frenesia che perdura anche di notte, e questo è dimostrato anche dalla quantità di spot  pubblicitari in televisione, in  radio e sui giornali  per farmaci o parafarmici che aiutano a dormire meglio.
È solo la frenesia che ci porta a non soffermarci su ciò che ci circonda? È distrazione ?   A voi la disamina, a voi la vostra risposta.
Allego le tre foto delle locandine e se potete andate a vederle di persona, sono veramente troppo belle!
Serenella

Commenti

  Commenti: 1


  1. Si tratta di un bando regionale gestito dal V municipio nel 2018 / 2019, che ha riguardato 4 Reti d’impresa del nostro Territorio: Centocelle, Castani, Pigneto e appunto Robinie,
    Strano che i negozianti locali non ne sapessero nulla, visto che uno dei requisiti per partecipare era appunto la costituzione di una rete di commercianti.
    A via delle Robinie oltre alle locandine, con lo stesso bando sono state installate fioriere e panchine nelle strade adiacenti
    La Rete d’impresa è tuttora attiva e sarebbe davvero il caso che il Presidente provvedesse a far ripulire le locandine.

Commenti