In viale Franceschini smantellata la linea ad alta tensione

Attraversava il quartiere su orrendi tralicci metallici. Seguirà la rimozione dei sostegni della vecchia rete elettrica sostituita già da diverso tempo dalle linee elettriche interrate
Antonio Barcella  - 28 Marzo 2019

Una bella sorpresa il 26 marzo 2019 a Colli Aniene: è stata smantellata in via definitiva la linea elettrica dell’alta tensione che attraversava il quartiere su quegli orrendi tralicci metallici. Seguirà la rimozione dei sostegni della vecchia rete elettrica sostituita già da diverso tempo dalle linee elettriche interrate.

Meno inquinamento da elettrodotto, meno CO2 riversata nell’ambiente e maggiore decoro urbano perché senza i tralicci le aree diventano più vivibili ed adeguate ad un luogo abitato. L’operazione avviene con qualche anno di ritardo: con la legge del 15 dicembre 1990, n. 396, lo Stato indicò alcune direttrici di intervento per poter rendere la città di Roma più consona al suo ruolo di Capitale della Repubblica, fissando le procedure per la definizione e l’attuazione del relativo programma di interventi.

L’ACEA, all’interno di tale iniziativa, ha elaborato un piano di interventi finalizzato alla ristrutturazione ed al potenziamento della propria rete di distribuzione dell’energia elettrica, adeguandola alla nuova realtà ed alle nuove esigenze della città. L’incremento e la modernizzazione della rete di trasmissione e di distribuzione dell’energia elettrica sono da ritenersi elemento irrinunciabile e insostituibile per lo sviluppo socioeconomico al quale il servizio elettrico è strettamente connesso, nel momento in cui sorge l’esigenza di realizzare un nuovo progetto ci si pone il problema del suo inserimento nel territorio, evitando le localizzazioni basate unicamente su criteri tecnico-progettuali, ma privilegiando le scelte che rispondano soprattutto a requisiti di difesa dell’ambiente e, per quanto possibile, minimizzando i disturbi d’ogni tipo. L’ambiente non deve essere inteso solo come paesaggio bensì, in modo più completo, come suolo, acqua, fauna, flora, clima, valori storico-culturali, nonché lo stesso uomo con le sue implicazioni sociali ed economiche.
Queste sono parte delle motivazioni che hanno spinto il Comune di Roma, attraverso il gestore della rete elettrica, a smantellare la maggior parte delle vecchie strutture obsolete e dal notevole impatto ambientale.

Antonio Barcella 


Commenti

  Commenti: 1

  1. cinzia civitareale


    Sono contenta per chi vive nella zona di Colli Aniene, ma potreste spiegarmi perché invece i tralicci che corrono lungo via Berneri a Torrespaccata sono ancora al loro posto?

Commenti