Inaugurato il nuovo Servizio Anagrafico del Municipio Roma VII

Il nuovo servizio dedicato ai cittadini del VII municipio diventa più funzionale ed efficiente.Raddoppia il rilascio delle Carte di Identità
di Moreno Argentieri - 6 Settembre 2012

Non potevano che rimanere sbalorditi i primi 100 cittadini che alle 8.30 in punto, mercoledì 5 settembre 2012, hanno varcato la porta del servizio anagrafico riaperto dopo un mese di chiusura, il tempo necessario ad una ristrutturazione radicale. 

Nessuna difficoltà per l’utilizzo del nuovo e completo erogatore di numeri salvacoda e questo grazie anche alla disponibilità dei funzionari che hanno fornito l’indispensabile aiuto ai primi cittadini nel superare l’impatto ad utilizzare la nuova e moderna tecnologia.Il fatto poi che ogni postazione aveva dietro l’addetto ha immediatamente dato quella certezza di efficienza molto gradita dalla cittadinanza.

Raddoppiati i posti a sedere, elevati da cinque ad otto il numero degli sportelli, installato un nuovo erogatore di biglietti salvacode e un nuovo server collegato ai monitor presenti sia sui sportelli del salone che in quelli realizzati nei nuovi locali dedicati ai cambi di residenza e domicilio e già attivati nel mese di luglio.

Decathlon Prenestina saluta

Alle 13.30 inaugurazione e rinfresco di circostanza tutto dedicato ai dipendenti del Municipio.All’iniziativa erano presenti il Dir.re Amm.vo Dr. Daniele D’Andrea, la P.O. del Serv. Anagrafico A. Ferrando e la Funzionaria P. Biuso, il Dir. della Uot. Ing. C. Di Francesco e il Com.te della Polizia Roma Capitale VII Gr. Dr.ssa R. Modafferi iinsieme al Vice dr. Lombardo.

Numerosa anche la presenza dei consiglieri con il presidente dell consiglio C. Marinucci e i consiglieri Fabroni, Fannunza, Figliomeni, Mercuri, Mariani, Orlandi, Paoletti, Tesoro e Valente. Assente giustificato l’On.le Enrico Cavallari, assessore al personale al Comune di Roma, il quale nell’avvisare di essere trattenuto in Campidoglio per la predisposizione di una delibera urgente ha garantito una imminente visita per verificare la bontà dell’operazione decisa e conclusa da parte del Municipio. Presenti anche alcune associazioni di quartiere e lo Spi Cgil di zona.

Il presidente Mastrantonio ha sottolineato che quanto realizzato è contenuto nel programma con cui si presentò ai cittadini all’indomani dell’insediamento dopo la consultazione elettorale del 2008, dove veniva assunto l’impegno di rendere i servizi trasparenti il più vicino possibile alle esigenze della cittadinanza. Ovviamente ha detto Mastrantonio questo è stato possibile anche grazie al contributo del’intero consiglio.

Unica nota stonata della cerimonia inaugurale è stata rappresentata dall’assenza degli impiegati in servizio presso l’anagrafico, sembrerebbe che le motivazioni vadano ricercate dalla non condivisione di portare tutte le certificazioni negli sportelli. Una " cantonata " si direbbe a Roma, impossibile da condividere diciamo noi, almeno stante l’impennata di produttività riscontrata già nella prima giornata di apertura, che ha visto letteralmente raddoppiare il numero delle Carte di Identità rilasciate, che sono passate dalle settanta di luglio alle centoquaranta del 5 settembre 2012.

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti