Incontro dell’Associazione italiana medici per l’ambiente- Isde con il Cardinale Peter Turkson

Redazione - 1 Febbraio 2017

Martedì 31 gennaio 2017 a Roma, una delegazione dell’Associazione italiana medici per l’ambiente- Isde (International society of doctors for the environment) ha incontrato il cardinale Peter Turkson, prefetto del nuovo dicastero per il Servizio dello sviluppo umano integrale.

In questo dicastero, voluto espressamente da Papa Francesco, sono confluiti  i quattro consigli pontifici: Giustizia e Pace, Cor Unum, Pastorale migranti e Operatori sanitari.

La delegazione è stata composta dal presidente nazionale dottor Roberto Romizi, dal professor Roberto Ronchetti, dalla dottoressa Antonella Litta, dal dottor Ugo Corrieri, dal dottor Valerio Gennaro, dal dottor Vincenzo Migaleddu e dal giovane studente Luigi Della Valle.

La dottoressa Antonella Litta, nel presentare la delegazione, ha esposto come l’esigenza

dell’incontro sia nata per dare un fattivo quanto concreto seguito alla partecipazione dell’Associazione  al “Terzo Incontro dei Movimenti Popolari con Papa Francesco”, svoltosi in Vaticano il 5 novembre 2016 e sulla base della condivisione dei temi trattati in quella occasione.

Il dottor Romizi ha poi presentato le attività dell’Associazione e l’impegno che da oltre 25 anni, in Italia e nel mondo, essa effonde in iniziative di informazione e formazione per far conoscere sempre più il legame indissolubile tra salute e ambiente e tutelare quindi la salute delle persone e delle generazioni future a partire proprio da un ambiente salubre, rispettato ed amato.

Nel corso della conversazione, presente anche il dottor Tebaldo Vinciguerra, Officiale del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, è stato espresso il pieno sostegno, apprezzamento e ringraziamento per il costante impegno di Papa Francesco per la Pace, per i migranti, per i poveri e  sono stati richiamati  i motivi di  forte condivisione e gratitudine per l’enciclica “Laudato si’” che richiama tutti alla responsabilità nei confronti della madre terra, di tutte le specie che la abitano e al rispetto dell’armonioso e delicato equilibrio che si è stabilito nel corso di miliardi di anni tra esseri viventi ed elementi fondamentali per la vita: l’aria e  l’acqua in primis.

Sempre nel corso dell’incontro  si è fatto  presente al Cardinal Turkson  la disponibilità dell’Associazione a collaborare ad  iniziative in tema di ambiente e salute che saranno promosse dal dicastero per il Servizio dello sviluppo umano integrale e a questo proposito sono state concordate alcune linee di operatività.

Al termine  sono stati consegnati alcuni documenti scientifici che qualificano e specificano  le attività della nostra associazione tra cui la Carta programmatica che delinea l’impegno di ogni iscritto per il raggiungimento di obiettivi indispensabili per contrastare la devastazione ambientale e l’inquinamento sempre più diffuso con le sue tragiche conseguenze in termini di cambiamenti climatici, ingiustizia sociale, guerre, condizioni di vita non dignitose per gli esseri umani e malattie correlate all’inquinamento che mettono a repentaglio la vita e la salute fin dall’epoca gestazionale e preconcezionale.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti