Inter-Lazio 3-0. Lazio piccola contro le grandi

La squadra di Inzaghi esce di nuovo ridimensionata dal confronto con una big del campionato
Marco Savo - 22 Dicembre 2016

Brutta sconfitta della Lazio in casa dell’Inter, nel turno infrasettimanale pre-natalizio della 18ª giornata della Serie A Tim. L’ex mister biancoceleste Stefano Pioli, ora alla guida dell’Inter, si prende dunque una bella rivincita sulla sua ex Società, che lo aveva esonerato la scorsa stagione per far posto all’attuale tecnico Simone Inzaghi.

Al Meazza succede tutto nella ripresa dopo che nel primo tempo la Lazio aveva ben figurato. Al 54’ apre le marcature Banega e due minuti più tardi Mauro Icardi raddoppia. Al 65’ il sigillo finale dell’attaccante argentino. E la Lazio così, dopo la sconfitta nel derby, compie l’ennesimo passo falso contro una grande del nostro campionato.

Primo tempo – Alla vigilia del confronto di San Siro contro l’Inter mister Inzaghi aveva suonato la carica a suoi invitandoli a  guardare all’obiettivo Champions in questa stagione. Forse delle dichiarazioni ardite ma i primi minuti di gioco del Meazza confermano una Lazio che ha voglia di puntare all’obiettivo grosso. Già al primo minuto di gioco Handanovic respinge un insidioso diagonale di Immobile, sulla respinta il tiro di Lulic viene murato dai difensori dell’Inter. Subito un brivido sulla schiena dei tifosi interisti a cui ne susseguono degli altri.

La Lazio infatti costringe alla difensiva la squadra dell’ex Pioli. Al 19’ ci prova ancora Immobile dal limite dell’area, la sua conclusione è angolata ma non potente e Handanovic in qualche modo ci mette una pezza. Le occasioni da goal capitoline si susseguono, al 26 Felipe Anderson si accende e salta avversari come birilli, entra in area ma la sua conclusione viene murata da D’Ambrosio. Sul conseguente calcio d’angolo sfiora la rete anche Milinkovic-Savic di testa. Dopo la mezzora l’Inter prova a rialzare la testa facendosi timidamente vedere dalle parti di Marchetti.

Secondo tempo – Nella ripresa al Meazza di Milano inizia una partita completamente diversa. Questa volta infatti a comandare la gara è l’Inter ed al contrario della Lazio del primo tempo è più cinica e soprattutto più concreta in zona goal.

L’occasione al 53’ di Icardi, su cross pericoloso dell’ex Candreva, è il preludio al vantaggio nerazzurro. Un minuto dopo Milinkovic-Savic, davanti alla sua area, perde un pallone pericolosissimo che viene scaraventato sotto l’incrocio da Banega.

Un minuto dopo Mauro Icardi raddoppia: cross di D’Ambrosio, l’attaccante argentino anticipa tutti sul primo palo e di testa fissa il risultato sul 2-0.

Un risultato incredibile, alla luce dell’ottimo primo tempo giocato dalla Lazio, ma la beffa è totale dieci minuti dopo con Icardi che trova anche la rete del 3 a 0. Ormai la gara è compromessa ed al 71’ Marchetti almeno evita la tripletta del n.9 nerazzurro. Al 82’ invece è la traversa a salvare la Lazio sull’ennesima sortita offensiva di Mauro Icardi.

PAGELLE

LAZIO

Marchetti 5 – Dopo l’ottima prova offerta contro la Fiorentina da rivedere la sua prestazione nel confronto con la squadra dell’ex Pioli. Poteva fare di più soprattutto in occasione del primo e terzo goal interista.

Basta 6 – Molto bene sulla fascia destra ma solo per un ora.

de Vrij 5 – Nel primo tempo non sbaglia niente ma dal 56’ in poi Mauro Icardi lo manda al manicomio.

Wallace 6 – Dopo lo stop contro la Fiorentina al Meazza torna in campo dal primo minuto. Preciso e puntuale negli interventi, nella ripresa però va anche lui in sofferenza come tutta la squadra.

Patric 5.5 – Chiamato in extremis a sostituire l’infortunato Radu, gioca senza troppi timori referenziali ma il secondo goal dell’Inter nasce dalla sua fascia di competenza (59′ Keita 6 – Entra con il risultato già ampiamente compromesso)

Parolo 5 – L’azzurro gioca ampiamente al di sotto delle attese, nonostante la partita in meno nelle gambe per squalifica nell’ultimo turno di campionato.

Biglia 5.5 – Nel confronto con il connazionale Banega nel primo tempo sembra avere la meglio ma nella ripresa l’ex Siviglia, insieme ad Icardi, è il miglior giocatore in campo (83′ Cataldi sv).

Milinkovic-Savic 5 – Inizia bene la gara rendendosi anche pericoloso su azione di calcio d’angolo ma nelle ripresa crolla e da un suo errore nasce la vittoria interista.

Felipe Anderson 4.5 – Quando si accende è devastante, il problema è che lo fa troppo ad intermittenza, peggio di una luce di Natale. Poi nell’unica occasione che ha nel primo tempo fallisce clamorosamente, per troppa leziosità.

Immobile 5 – Il digiuno continua, nel primo tempo per due volte Handanovic gli dice di no, nel secondo sparisce completamente dalla scena del match.

Lulic 5.5 – Nel primo tempo il suo apposto è preziosismo, purtroppo per lui e per la Lazio nella ripresa inizia un’altra gara (71′ Lombardi sv).

Allenatore: Simone Inzaghi 5 – Come nel derby la Lazio dura solo un tempo ed appena subito il goal sparisce dalla scena. La gara del Meazza inoltre conferma la pericolosa attitudine dei capitolini di essere grandi contro le piccole e piccoli contro le grandi.

INTER

Handanovic 6.5, D’Ambrosio 6.5, Miranda 6, Murillo 6, Ansaldi 6 (63′ Nagatomo 6.5); Brozovic 6, Kondogbia 6, Candreva 6.5 (85′ Barbosa), Banega 7 (74′ Palacio 6), Perisic 6.5, Icardi 8. Allenatore: Stefano Pioli 7

Arbitro: Mazzoleni (sez. Bergamo) 6.5 Nulla di rilevante nella sua direzione

TABELLINO

Inter-Lazio 3-0

Marcatori: 54′ Banega (I), 56′, 65′ Icardi (I)

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Miranda, Murillo, Ansaldi (63′ Nagatomo); Brozovic, Kondogbia; Candreva (85′ Barbosa), Banega (74′ Palacio), Perisic; Icardi. A disp. Carrizzo, Yao, Andreolli, Ranocchia, Santon, Gnoukouri, Biabiany, Eder. All. Stefano Pioli

LAZIO (4-3-3): Marchetti; Basta, de Vrij, Wallace, Patric (59′ Keita); Parolo, Biglia (83′ Cataldi), Milinkovic; Felipe Anderson, Immobile, Lulic (71′ Lombardi). A disp. Strakosha, Vargic, Hoedt, Bastos, Murgia, Kishna, Luis Alberto, Djordjevic. All. Simone Inzaghi

Arbitro: Mazzoleni (sez. Bergamo). Ass: Crispo-Posado. IV: Meli. Add: Rocchi-Guida.

NOTE. Ammoniti: 57′ Ansaldi, 58′ Felipe Anderson (L), 64′ Lulic (L), 76′ Miranda (I). Recupero: 3’st.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti