Intitolata a Papa Giovanni Paolo II l’area antistante il Vicariato

La Giunta Capitolina approva la delibera dell'assessore Dino Gasperini per omaggiare Wojtyla
di M.G. T. - 24 Gennaio 2013

Anche Papa Giovanni Paolo II entra a far parte dell’affollata toponomastica della Capitale. E’ stata approvata, infatti, la delibera promossa dall’assessore alle Politiche Culturali e Centro Storico di Roma Capitale Dino Gasperini per l’intitolazione dell’area antistante il Vicariato, già parte di piazza San Giovanni in Laterano, a Wojtyla. 

D’accordo con il Cardinal Vicario Agostino Vallini la dicitura apposta sulla targa toponomastica sarà “Largo Giovanni Paolo II – Karol Josef Wojtyla – Pontefice 1978-2005 – beatificato 1 maggio 2011”. «Dopo oltre un anno di lavoro, abbiamo finalmente trovato il giusto spazio per rendere omaggio alla figura di Papa Giovanni Paolo II – ha dichiarato Gasperini – Sono passati quindici anni da quando il Pontefice venne in Campidoglio e incontrò l’amministrazione, ne sono passati otto dalla sua scomparsa e ora con grande emozione posso annunciare che abbiamo individuato il luogo simbolo della memoria che la città conserva inalterata di questo straordinario Pontefice. A breve, insieme al cardinal vicario, alla Santa Sede e al sindaco, fisseremo la data di inaugurazione del Largo».

Ad accogliere la richiesta di un’intitolazione in tempi contenuti il sindaco Alemanno, che ha promosso di attivarsi immediatamente affinchè il Prefetto di Roma proceda all’operazione di rilascio della deroga. «Giovanni Paolo II non è stato solamente un eccezionale pontefice, un uomo di pace e un comunicatore dalla forza straordinaria, ma è stato un uomo di fede che, con la sua fede, ha cambiato il volto del XX Secolo – ha affermato il primo cittadino – L’amore che la città gli ha tributato in mille occasioni pubbliche è paragonabile solo all’amore che il mondo intero gli ha riservato non solo durante i suoi viaggi apostolici ma anche nei giorni delle sue esequie.

Per questo, Roma Capitale intende onorare la memoria di questo Padre di tutti, credenti e non credenti, cristiani e non cristiani, intitolandogli parte della storica piazza San Giovanni, nell’area di fronte il Vicariato. Mi attiverò immediatamente – conclude – per chiedere al Prefetto di Roma la deroga affinché questa intitolazione avvenga in tempi brevissimi».

  

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti