IPA: Raggi e Serini disertano la Commissione Trasparenza

Una dura nota degli esponenti FDI, Fabrizio Ghera, Andrea De Priamo e Francesco Figliomeni
Redazione - 12 Dicembre 2018

“Come era ampiamente prevedibile nessuno dell’Amministrazione Raggi ha ritenuto di mettere la faccia e presentarsi in Commissione Trasparenza per giustificare le motivazioni della mancata revoca del commissario dell’Istituto di Previdenza ed Assistenza dei dipendenti capitolini, Fabio Serini, anch’egli assente a causa di una “provvidenziale sopraggiunta influenza”. E, visto che siamo in tema, di corruzione e traffico di influenze illecite, il prossimo 5 marzo, dovranno essere giudicati lo stesso Serini, l’ex uomo forte del Campidoglio ed ex presidente di Acea Luca Lanzalone nonché il suo socio di studio Avv. Luciano Costantini che, secondo l’accusa, si sarebbero accordati per ottenere consulenze ed illeciti favori reciproci.

Ma non è tutto visto che il caro prof. Serini all’Ipa ha combinato poco o nulla, eccezion fatta per il notevole aumento di stipendio per sé e il suo vice. E quindi, dopo aver presentato come Fratelli d’Italia una richiesta di commissione di indagine, ci chiediamo come mai il Sindaco Raggi non abbia ancora provveduto a rimuovere il Commissario dell’Ipa. Che cosa c’è sotto tale intreccio che già era noto a Livorno, città che a suo tempo li ha visti protagonisti di nomine reciproche?”.

Lo dichiarano gli esponenti di Fratelli d’Italia, Fabrizio Ghera e Andrea De Priamo, rispettivamente Capogruppo in Regione e Campidoglio, nonché Francesco Figliomeni, Vice Presidente dell’Assemblea Capitolina.

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti