IV municipio: no al centro rifiuti

Marchionne (PD): "chiusura immediata dell’impianto"
di Laura Fedel - 15 Settembre 2011

Lo scorso 15 settembre il gruppo consiliare del Partito Democratico del Municipio IV ha presentato un ordine del giorno per affrontare i problemi che il centro di trattamento dei rifiuti di via Salaria, 981 sta causando ai residenti dei quartieri circostanti. Da parte del presidente Cristiano Bonelli era stata inoltrata già ai primi di settembre la richiesta all’amministratore delegato di Ama, Piergiorgio Benvenuti e Salvatore Cappello di costituire un comitato tecnico-scientifico per monitorare l’impianto aziendale di via Salaria secondo il quale “l’impianto non ha alcun tipo di impatto ambientale sulla zona come risulta dalle verifiche effettuate ogni anno dall’Istituto tossicologico, Mario Negri".

Nel mese di luglio 2011, per esempio – continuano i rappresentanti dell’AMA – e’ stata eseguita, sotto il controllo dell’Arpa Lazio, la verifica della funzionalita’ del sistema filtrante dell’aria emessa dalle zone produttive della struttura che ha permesso di riscontrare valori chimici e olfattometrici al di sotto dei limiti emissivi autorizzati, confermando l’efficienza della tecnologia adottata nell’impianto di via Salaria e, dunque, l’assenza di fastidi di qualsiasi natura per operatori e cittadini.” Tuttavia ora invece si propone la costituzione di un comitato tecnico che però non potrà risolvere il problema con la tempestività che è richiesta.

“Noi chiediamo all’Ama – propone Paolo Marchionne del PD – di chiudere temporaneamente l’impianto TBM di via Salaria, 981 per poter consentire l’individuazione delle cause e la verifica dell’eventuale tossicità dei miasmi che da mesi rovinano la vita dei cittadini di Villa Spada, Fidene, Castel Giubileo e, per ammissione dello stesso presidente Bonelli, si stanno diffondendo ad altre zone residenziali del Municipio” . L’obiettivo è quello di coinvolgere Prefetto, Regione, Provincia e Comune perché si attivino a delocalizzare l’impianto al di fuori del centro abitato.
 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti