IV Municipio: presentate le linee guida dal Presidente Umberti

Partecipazione, mobilità, ambiente e cultura, le priorità
Marco Picozza - 19 Novembre 2021

Giovedì 18 novembre si è svolta la seduta del Consiglio del IV Municipio in cui era prevista all’ordine del giorno la presentazione delle linee programmatiche che guideranno l’azione politico-amministrativa della Giunta Umberti nel prossimo quinquennio.

La seduta si è aperta con gli adempimenti necessari alla surroga dei consiglieri dimissionari (Bacchetti, Leobruni, Rossi) in quanto incompatibili con la carica poiché nominati assessori la settimana scorsa; a seguito delle comunicazioni inerenti le dimissioni dei tre consiglieri è stata contestualmente ratificata l’elezione dei consiglieri Sarah Pelliccia, Valerio Palmaccio (PD) e Carla Corciulo (Sinistra Civica Ecologista).

Reso pienamente operativo il Consiglio, la parola è passata al Presidente Umberti, il quale ha esposto a grandi linee le linee programmatiche che contraddistingueranno l’azione politica della sua giunta per i prossimi 5 anni.

Partecipazione, programmazione e trasparenza sono le parole chiave su cui Umberti ha incentrato il suo intervento, auspicando un collegamento ed un confronto continuo con i sindacati e le associazioni del territorio.

Grande risalto è stato dato al tema dei servizi sociali, con la proposta in primis di ricostituire in tempi brevissimi la “Consulta per la disabilità” dopo la sua chiusura avvenuta nel gennaio 2019 da parte della precedente amministrazione, nonché alla creazione immediata di un tavolo di concertazione tra tutti gli attori in campo, al fine di “coordinare, aggiornare e rivalutare i bisogni emergenti dei cittadini”

Umberti ha inoltre evidenziato di una necessità di cambio di passo nella gestione della mobilità e della risoluzione delle problematiche inerenti i lavori ancora presenti su via Tiburtina, sottolineando che nel 2023, con lo svolgimento della Ryder Cup (una delle più importanti e prestigiose competizioni mondiali di golf) presso il “Marco Simone Golf and Country Club”, ogni giorno è prevista già da ora la presenza di 50.000 persone che transiteranno sul territorio del IV Municipio.

Altro punto basilare, secondo il programma di Umberti, è quello di concentrarsi pienamente sul tema della cultura come elemento strutturale per rilanciare il Municipio; in questo senso va sia l’esempio portato della Casa di Pasolini (in via Tagliere), sulla quale il Municipio sta già concentrando molti sforzi per evitare che un simile bene comune rischi di andare all’asta, sia la proposta di valorizzazione dei diversi siti storici ed archeologici presenti sul territorio, con la creazione di percorsi culturali e museali ad hoc.

Umberti ha infine concluso con una nota citazione di Steve Jobs “ci sentiamo affamati e folli” per sottolineare come tali due aspetti siano quelli su cui si incentra la già descritta voglia della giunta di rivoluzionare il municipio al fine di renderlo un territorio di eccellenza.

Adotta Abitare A

Nei loro interventi di commento, i consiglieri di opposizione -dopo aver fatto gli auguri di rito alla nuova giunta- hanno evidenziato da parte loro alcune criticità in merito alle linee descritte da Umberti.

In particolare Santoro (Lega) si è soffermato sul tema della riqualificazione del fiume Aniene, sottolineando il problema degli insediamenti abusivi presenti ai suoi margini, che ne renderebbero difficile una vera riqualificazione in assenza di uno sgombero ed una bonifica dell’area. La ex Presidente Della Casa, invece, ha espresso perplessità sui modi e sui tempi di attuazione del programma, ponendo particolarmente l’accento sulle criticità in tema di servizi sociali e gestione dei rifiuti.

La seduta si è quindi conclusa con le dichiarazioni dell’assessora Leobruni che, in qualità di vicepresidente del Municipio, ha ribadito il valore e l’alto profilo delle linee descritte da Umberti, mostrandosi meravigliata dal disappunto dimostrato dai consiglieri di opposizione, a suo giudizio immotivato vista l’ambizione delle idee descritte. Leobruni ha inoltre sottolineato la necessità di coinvolgere maggiormente e pienamente il consiglio, al contrario degli errori del passato che -come ricordato- hanno portato alla crisi della giunta precedente.

Da ultimo, la vicepresidente ha voluto concludere il suo intervento evidenziando il forte riconoscimento della giunta nei valori dell’antifascismo, che nelle sue dichiarazioni è stato quindi ribadito come elemento fondante dell’ideologia di tutti coloro che sono stati chiamati ad amministrare il territorio del Municipio.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti