Sport  

Juventus-Lazio 2-1. I romani cedono all’ultimo minuto

La beffa brucia perché è venuta nel finale ma la Juventus ha meritato di vincere. Troppo in difficoltà gli uomini di Reja contro Krasic e compagni.
di Davide Sperati - 13 Dicembre 2010

Una Lazio in difficoltà. Dal primo minuto (quando subisce il goal dell’1-0), fino all’ultimo secondo (quando subisce il raddoppio che chiude il match).

La Juve è stata più forte, meritando la vittoria. La Lazio invece ha cercato in tutti i modi di tener testa alla squadra torinese che sicuramente ha dei valori maggiori, soprattutto con un Krasic in queste condizioni.

Dopo appena un minuto di gioco la Juve passa in vantaggio grazie alla rete di Chiellini che brucia sul tempo Dias.

Al 7′  la formazione di casa  sfiora di nuovo il goal con Quagliarella che ben servito da Krasic dalla fascia destra di prima, spara alto sopra la traversa.

La Lazio  pareggia subito il conto al 13′ con Mauro Zarate, lesto ad indirizzare la palla in rete durante una mischia in area juventina. Dopo due minuti Floccari in contropiede ha la possibilità di raddoppiare il vantaggio ma il suo diagonale finisce a lato, alla destra di Storari. Poi al 20′ Aquilani coglie una traversa su punizione. Insomma una gara viva e ricca di emozioni.

Anche nella ripresa la gara è bella e avvincente con la Juve che fa il gioco mentre la Lazio soffre le iniziative di Krasic e compagni. Juventus molto fisica e con un centrocampo più forte rispetto a quello laziale.
Al 68′ Dias di testa indirizza alto una palla messa da Zarate direttamente da calcio d’angolo. Pronta la risposta della Juve con un missile di Pepe dal limite ben respinto da Muslera.

La Lazio per la prima volta in questo campionato soffre il suo avversario. La differenza tra le due compagini sta tutta nel centrocampo. Brocchi non ha preso molti palloni, mentre Mauri e Hernanes soffrono la fisicità di Melo e Krasic.

La Juve a 5” dal termine con Krasic segna la rete del 2-1. Ennesima folata sulla fascia destra ai danni di Cavanda. La sua conclusione viene soltanto deviata da Muslera che non può far altro che arrendersi alla forza del centrocampista serbo.

Adotta Abitare A

Comunque la Juventus ha meritato di vincere e soprattutto gli va dato atto di aver giocato meglio. La Lazio invece ha sofferto l’avversario e il pareggio era un ottimo risultato.

Le pagelle

Lazio
Muslera 6,5. Para tutto quello che c’è da parare.
Lichtsteiner 6,5. Il migliore della linea difensiva.
Biava 6,5 Copre bene i forti attaccanti bianconeri. (Dal 60′ Diakitè 6,5).
Dias 5,5. Giornata difficile. Sia per il goal subito che per altri episodi.
Cavanda 5. Krasic è un osso troppo duro per questo giovane ragazzo.
Matuzalem 6,5. Il più bravo tra i centrocampisti laziali.
Brocchi 5. Non gioca tanti palloni e dalle sue parti si passa con troppa facilità.
Mauri 6. Tanto sacrificio e molta sostanza. (Dal 86′ Ledesma s.v.).
Hernanes 6,5. I giocatori juventini gli fanno sentire spesso i tacchetti. Ma la sua classe rimane inalterata.
Zarate 6,5 Continua a segnare e giocare bene. (Dal 89′ Del Nero s.v.).
Floccari 5,5. Soffre il gioco duro di Chiellini e comunque è sempre troppo solo.

Juventus
Storari 5,5
Sorensen 6,5
Bonucci 6,5
Chiellini 7
Grosso 6
Krasic 7
Melo 6,5
Aquilani 7 (Dal 88′ Sissoko s.v.)
Marchisio 5,5 (Dal 66′ Pepe 6,5)
Quagliarella 6,5 (Dal 69′ Del Piero 6,5)
Iaquinta 6,5

Arbitro Tagliavento 6,5


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti