Kipkirui Ngeno e Divina Jepkogei vincitori alla Vivicittà di Roma

La gara podistica si è svolta domenica 15 aprile 2012
di Aldo Zaino - 18 Aprile 2012

Kipkirui Danile Ngeono trionfa nella 29^ edizione della Vivicittà di Roma percorrendo i 12 km previsti in 00:37:29. L’atleta della Running Club Futura, ha superato di poco (00:37:35) Elias Embaye del LBM Sport Team. Al terzo posto si è classificato (00:38:21) Pasquale Rutigliano della Smedar.

Fra le donne netta superiorità di Divina Jepkogei (00:43:33) su Giustina Menna (00:46:57) e Roberta Boggiatto terza classificata (00:47:23) Le tre atlete corrono con i colori della Running Club Futura.

L’obiettivo di Vivicittà di Roma in questa edizione è stato anche quello di evidenziare nella nostra città l’esigenza di un completo recupero del Tevere, anche come punto strategico, d’incontri per il tempo libero e dello sport e dell’ambiente.

Per questo gli organizzatori hanno trasformato la manifestazione sportiva in “Vivifiume la Corsa del Tevere” La manifestazione podistica infatti si è snodata lungo le sponde del Tevere, dal Ponte Risorgimento all’Isola Tiberina; è la prima volta che una competitiva di km 12 si corre in un percorso ricavato interamente lungo le rive del Tevere.

Insieme alla 12 km, si svolta la classica 4 km non competitiva, aperta a tutti.

La festa di sport organizzata dalla UISP Roma si è arricchita anche delle gare internazionali di canottaggio e della manifestazione dedicata al “Mini-Volley” che si è svolta nei giardini di Castel S. Angelo.

La Vivicittà organizzata dalla Uisp è una delle manifestazioni podistiche per eccellenza, ed è nota come la corsa più lunga del mondo. Infatti, il 15 aprile si è corso sulla stesssa distanza in contemporanea in 45 città italiane e in 20 nel mondo.
 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti