Categorie: Ambiente Politica
Municipi: ,

La Capitale si prepara al caldo con nuove alberature

Alfonsi: "Nei prossimi giorni sarà completata la posa delle piante previste nei vari quadranti della città"

Un piano innovativo per affrontare l’emergenza del verde è pronto a combattere le torride temperature estive che, nei prossimi giorni, toccheranno picchi record. Approvato dalla giunta capitolina il 6 giugno, questo piano mira a trasformare la città in un’oasi urbana, posizionando alberi in vaso strategicamente per creare fresche zone d’ombra e rendere più piacevole l’attesa dei cittadini alle fermate dei trasporti pubblici.

Per l’estate del 2024, grazie a una sinergia tra l’Assessorato, il Dipartimento Tutela Ambientale e l’Ufficio Clima, abbiamo individuato numerose aree perfette per posizionare alberi in vaso, focalizzandoci soprattutto sulle fermate dei mezzi pubblici,” annuncia con entusiasmo l’Assessora all’Agricoltura, Ambiente e Ciclo dei Rifiuti, Sabrina Alfonsi.

Roma, come tutte le grandi metropoli, sta affrontando le sfide cruciali del cambiamento climatico: l’aumento delle temperature, il rischio crescente di eventi meteorologici estremi e l’espansione delle isole di calore,” prosegue Alfonsi.

In questo scenario, mentre portiamo avanti il nostro ambizioso progetto a medio e lungo termine per potenziare il verde cittadino con nuove piantumazioni lungo le strade e grandi interventi di riforestazione urbana, specialmente nel quadrante est, ci siamo resi conto della necessità di un’azione immediata.

Vogliamo offrire sollievo ai cittadini durante i mesi più caldi dell’anno. Per questo, abbiamo incaricato il Dipartimento Ambiente di procurare alberi in vaso, di dimensioni e tipologie adeguate, e di garantire la loro sistemazione a partire dal 18 giugno fino al 15 settembre, accompagnata da un attento piano di irrigazione e cura. Nei prossimi giorni completeremo la posa delle piante nei diversi quartieri della città,” conclude Alfonsi.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento