La Chiocciolina Onlus per lo screening audiologico neonatale

Il lancio della campagna avverrà il 29 novembre con l'inaugurazione della nuova sede dell'Associazione
di Federico Carabetta - 23 Novembre 2011

In uno spazio ridente nel cuore del parco dell’Aniene l’Associazione Onlus La Chiocciolina, il 26 novembre prossimo, inaugurerà la nuova sede presso la Scuola di Via Rivisondoli. Per l’occasione verrà rilanciata la campagna per l’obbligatorietà dello screening audiologico neonatale in tutti gli ospedali del Lazio.

Interverranno i consiglieri firmatari e i sostenitori del progetto volto alla tutela dei nuovi nati e dell’interrogazione ferma alla Regione dal giugno scorso. Sono invitate tutte le persone interessate al territorio del MR5 ed alle problematiche sulla sordità e che vogliono dare un contributo di idee, partecipazione e condivisione.

Lo screening audiologico neonatale serve ad identificare e classificare i disturbi dell’udito congeniti cioè presenti alla nascita. Il problema delle ricadute permanenti sull’udito deriva essenzialmente dal ritardo con il quale attualmente viene rilevato e affrontato.
La diagnosi viene infatti generalmente fatta nel secondo anno di vita; tale ritardo può comportare una scarsa efficacia della terapia riabilitativa. Lo screening perciò deve essere eseguito non solo a neonati a rischio di disturbi dell’udito, ma anche ai neonati senza tali fattori. L’impegno quindi non può essere rivolto che a identificare il più precocemente possibile il maggior numero possibile di bambini con disturbi bilaterali permanenti. Perché un intervento riabilitativo precoce iniziato cioè entro il sesto mese di vita, si associa ad un notevole miglioramento anche del linguaggio.
Sono in corso studi per valutare l’inserimento scolastico e sociale associato alla riabilitazione precoce.

L’Associazione è nata nel settembre 2000 per interessamento di genitori con bambini e ragazzi sordi e di un gruppo di adulti portatori di impianto cocleare. Ha nel corso degli anni collaborato con il CIRPS, Centro Interuniversitario Ricerche Problematiche Sordità presso l’ Università La Sapienza.
Promuove ogni attività volta all’inserimento sociale nel rispetto della specificità individuale della persona sorda, offrendo supporto scolastico e logopedico. Organizza convegni e manifestazioni, corsi di formazione ed informazione per le famiglie e per gli insegnanti curriculari e di sostegno, corsi di teatro, attività ludiche ed associative.

L’appuntamento è, quindi,  in Via Rivisondoli (Metro B fermata REBIBBIA) SABATO 29 novembre 2011 ALLE ORE 10


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti