La comunità ucraina di Roma ricorda il genocidio di 7 milioni di ucraini

di Federico Carabetta - 13 Novembre 2013
La giornata del ricordo dell'Holodomor a Kiev

La giornata del ricordo dell’Holodomor a Kiev

La comunità ucraina commemora l’80° anniversario dell’Holodomor, noto anche come Genocidio o Olocausto ucraino. Come avviene in madrepatria ogni quarto sabato del mese di novembre, viene celebrato anche a Roma da sette anni.

La tragica ricorrenza sarà scandita da numerosi eventi organizzati dalla Consigliera Aggiunta di Roma Capitale Tetyana Kuzyk, dall’Associazione Cristiana degli Ucraini in Italia insieme con l’Ambasciata di Ucraina in Italia e la Chiesa Greco-Cattolica Ucraina. L’incipit è stato l’ 11 novembre scorso con “Settimana della memoria dell’Holodomor” presso la Casa della Memoria e della Storia.

Seguiranno:
19-27 novembre a Palazzo Valentini – sede della Provincia di Roma, Sala Egon von Fürstenberg – la mostra “Sterminati dalla fame: genocidio sconosciuto degli ucraini” autore Olesia Stasyuk – Fondazione “Ukraina 3000” di Kateryna Yuchenko, presentata dal Comitato Civile Ucraino (Kyiv, Ucraina) insieme con l’Associazione Cristiana degli Ucraini in Italia. Inaugurazione della mostra giorno 21 novembre ore 16,00.

19 novembre: Casa della Memoria e della Storia. Presentazione del libro a fumetti di Igort “Quaderni Ucraini” frutto della permanenza dell’autore per due anni tra l’Ucraina e la Federazione russa per raccogliere le testimonianza dei sopravvissuti al genocidi – ore 17,00-20,00.

21 novembre – Campidoglio – sala del Carroccio – Convegno scientifico internazionale “Holodomor, 80 anni di memoria del Genocidio Ucraino”. Illustrazione del profilo storico e sociale in cui si è consumato il genocidio – ore 10.00-13,00.

23 novembre – Santa Messa in memoria delle vittime di Holodomor, celebrata da Sua Beatitudine Sviatoslav, con i vescovi del Sinodo Ucraino nella Basilica di Santa Sofia a Roma, via Boccea 478 – ore 16.00.

24 novembre – ore 12,00, la comunità ucraina di Roma partecipa all’Angelus. Preghiera del Santo Padre dedicato alle vittime dell’Holodomor; ore 18,00 – Piazza della Repubblica, Commemorazione pubblica delle vittime dell’Holomodor; segue concerto “Requiem” nella Chiesa Santa Maria degli Angeli e Martiri.

Adotta Abitare A

Infine verrà presentata dalla Consigliera Aggiunta, Tetyana Kuzyk, in Assemblea Capitolina una mozione sull’Holodomor con la richiesta al Presidente del Consiglio di Roma Capitale di onorare le vittime dell’Holodomor con un minuto di silenzio.

Il termine Holodomor deriva dall’espressione ucraina “moryty holodom” che significa “infliggere la morte attraverso la fame” ed attiene ad uno dei genocidi più gravi perpretati in Europa prima che iniziasse la Seconda Guerra Mondiale. Questa immane tragedia – ignorata dai libri di storia – si svolse dal 1929 al 1933, quando Stalin, Presidente dell’Unione Sovietica, fece premeditatamente morire di stenti e fame con politiche di controllo delle coltivazioni e del cibo più di 7 milioni di Ucraini.

Le testimonianze storiche raccolte dagli anni ‘30 ad oggi sono concordi nell’attribuire le cause del genocidio al regime sovietico. Negli stessi termini, nel marzo 2008 il parlamento dell’Ucraina e 19 nazioni indipendenti si sono espressi. Ulteriormente, una dichiarazione congiunta dell’ONU del 2003 ha definito la carestia come il risultato di politiche e azioni “crudeli” che provocarono la morte di milioni di persone. Il Parlamento europeo infine, il 23 ottobre 2008, ha adottato una risoluzione che ha riconosciuto l’Holodomor come un crimine contro l’umanità.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti