Laboratorio Analisi Lepetit

La finestra su Roma di Gilda Luzzi

In un prezioso volume scatti fotografici e versi di poesia romanesca, in un mix di immagini e parole
Redazione - 4 Aprile 2021

’Na finestra su Roma di Gilda Luzzi, secondo l’autrice, che ho avuto il piacere di avere come valente redattrice di Abitare A, nei suoi primi anni di pubblicazione, “rappresenta un po’ la ‘summa’ della mia esperienza professionale e del mio percorso di vita. La penna e le parole, la macchina fotografica e la mia città, Roma, che per me resta la più bella del mondo e dalla quale non mi potrei mai separare. Nel libro ho accompagnato i miei scatti fotografici con i miei versi di poesia romanesca, in un mix di immagini e parole”.

In efficace sintesi, Gilda, enuclea il centro focale del suo volume: lo sguardo, il suo, su Roma, la sua città. Uno sguardo privilegiato. Perché se, come dice l’antico adagio, “la vita è un’affacciata di finestra”, quella su Roma è un’affacciata assolutamente unica e privilegiata.

Ne sono eloquente riprova le immagini, davvero molto belle, che costituiscono, a mio avviso la parte indubitabilmente più valida e convincente del libro. Gilda Luzzi nei suoi felici scatti ripercorre il suo iter preferito tra le strade, le piazze, i vicoletti della Capitale, le facciate delle sue chiese. Trovo la parte fotografica molto più efficace, a mio avviso, dei testi poetici. Di questi ultimi preferisco e consiglio quelli dedicati a Sordi, Proietti, al barbone, alla metro chiusa, alla triste attualità che stiamo attraversando. Qui l’autrice dalla sua finestra partecipa con maggiore e più coinvolgente patos.

Il nuovo libro è a cura di PassaParolaEditions di cui Gilda Luzzi è una valida collaboratrice.

È possibile acquistarlo sul sito www.passaparola.info con spedizione direttamente.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti