Farmacia Federico consegna medicine

La fontana dell’inciviltà a largo Agosta

Rifiuti di ogni genere nella vasca della piazza, oltre al rischio zanzare tigri. Si attendono provvedimenti seri del Municipio
di Gianluigi Polcaro - 5 Marzo 2007

Sono arrivati nella mattinata del 5 marzo gli operai per il ripulimento della vasca-fontana di largo Agosta. Dopo le tante proteste degli abitanti, si è intervenuti per l’ennesima volta a ripulire una fontana diventata una discarica a cielo aperto che rischia di divenire anche un allevamento spontaneo di zanzare tigri, considerando anche le temperature elevate di questo non inverno.

Gli operai hanno dovuto far defluire tutta l’acqua prima di bonificare il contenitore. "È una situazione che si ripete ciclicamente, hanno spiegato i residenti, vista l’incuria e l’inciviltà di coloro che utilizzano la piazza". La vasca ospita tutti i tipi di rifiuti, dalle carte delle merendine, alle bottiglie, ai coriandoli ed altri avanzi di un carnevale appena passato.
Anche i diffusori di spruzzi d’acqua sono stati danneggiati più volte dal vandalismo di qualcuno.

Gli abitanti, e soprattutto gli anziani del quartiere, sono molto amareggiati per una situazione che vede la piazza completamente abbandonata a se stessa. Le accuse sono rivolte anche alle mamme che, portando a passeggio i propri figli nella zona, gettano nella fontana cartacce di ogni genere. Ma critiche vanno anche all’amministrazione che ha approvato un progetto di fontana che non essendo rialzata, si trasforma in un raccoglitore di carte trascinate dal vento. E c’è sempre il rischio di vedere cadere qualche bimbo (come è successo) nella vasca dal ripiano più sporgente.

Spesso, comunque, è l’inciviltà delle persone che mina la bellezza della piazza, addirittura le stesse aiuole presenti nella piazza sono state depredate dei fiori e delle violette proprio da signore che hanno pensato bene di utilizzarle per i loro balconi o giardini.

La richiesta principale dei residenti è quella di vedere una maggiore opera di repressione da parte del VI municipio e delle forze dell’ordine per fermare la villania di certi ‘colleghi’ di piazza.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti