La futura piazza dei Gerani procede

Ma occorre ancora una spinta più generosa da parte dei cittadini e di sponsor
Redazione - 1 Novembre 2019

La futura piazza dei Gerani (un’impresa tutt’altro che facile) procede.

A che punto sono i lavori e cosa occorre per ultimare l’opera? Senz’altro una spinta più generosa da parte dei cittadini e di sponsor.

“Due anni fa – scrive Monica Paba presidente della Rete Imprese Castani  su Facebook – è nato il desiderio di ridare dignità alla piazza, completamente abbandonata a sé stessa, e a Centocelle.
Ci siamo uniti in “Rete D’Impresa Castani” e abbiamo vinto un bando regionale attraverso il V Municipio. Questo ci ha permesso di utilizzare 32.000 euro per la riqualificazione della piazza.
Tutto è rendicontato, con fatture e quietanze, al Municipio, che a sua volta rendiconterà alla Regione.
Precisiamo che non si poteva spendere diversamente da come descritto in progetto, altrimenti la Regione avrebbe richiesto indietro le somme.”

Parco giochi anche per bimbi disabili

“All’inizio – coninua Monica Paba – era prevista la sistemazione dei giochi ai lati della fontana recintati da una rete Keller. Ma come preservare quei giochi costosi e chi avrebbe pensato alla manutenzione?
Per rispondere a ciò abbiamo scelto di chiudere perimetralmente la piazza e optato per giochi in alluminio, garantiti trent’anni.
Con i finanziamenti ricevuti da privati si è pensato a migliorare l’aspetto della piazza recintandola perimetralmente come le ville storiche, per questo abbiamo chiesto una variazione al Dipartimento Ambiente, che si è subito attivato per avere l’autorizzazione in tempi brevissimi.
La pavimentazione antitrauma per l’area ludica ci è stata donata.

Vogliamo riuscire a realizzare un parco giochi inclusivo, accessibile a tutti i bambini, anche a quelli che hanno delle disabilità. Il primo gioco, “Il Merlino”, ci è stato donato dalla Planet Onlus.”

Il crowfunding su Facebook

“Abbiamo ottenuto anche una sponsorizzazione per circa 15.000 euro, ma mancano ancora 30.000 euro per il completamento dell’opera.
Bisogna considerare che i giochi necessitano della posa in opera e del trasporto.
Fin qui, da semplici cittadini, siamo riusciti a realizzare più di metà del progetto, dimostrando come l’unione e la determinazione facciano a differenza. Ed è con questa convinzione che ora chiediamo l’aiuto di tutti voi!
In particolare ci rivolgiamo anche alle istituzioni, alle associazioni, alle aziende del territorio che vogliano sponsorizzare il progetto aiutandoci a portarlo finalmente a termine”, conclude la presidente di Rete Imprese Castani

Siamo certi che il popolo di Centocelle risponderà positivamente all’appello.

Ecco il link alla raccolta fondi su Facebook


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti