La Giunta approva Dies Romae Mundae giornata di pulizia cittadina

Si terrà il 18 aprile. Il Presidente di AMA Clarke: grande soddisfazione per la sensibilità dell’amministrazione comunale sul tema del decoro urbano
Enzo Luciani - 17 Ottobre 2009

"Sensibilizzare i cittadini verso il problema della corretta gestione dei rifiuti, sottolineare l’importanza dei comportamenti virtuosi, dare un segnale nella sfida quotidiana per il decoro, realizzare azioni dimostrative che coinvolgano concretamente i cittadini nelle operazioni di pulizia. Saranno questi gli obiettivi della manifestazione "Dies Romae Mundae", la prima giornata di pulizia cittadina che si terrà a Roma il 18 aprile". Così il Campidoglio in una nota.
"E’ stata approvata il 14 ottobre 2009 in Giunta, su mia proposta, la delibera per l’istituzione di questa importante giornata che si terrà ogni anno la terza domenica di aprile – annuncia l’assessore all’Ambiente Fabio De Lillo – In questo modo non solo lanciamo un messaggio di sensibilizzazione affinché ci sia un salto di qualità sotto il profilo della responsabilità ambientale ma intendiamo anche mobilitare le istituzioni, le associazioni, le scuole, il mondo del lavoro e soprattutto tutti i cittadini per giungere a un volontariato diffuso. Le politiche ambientali possono essere uno strumento formidabile per creare una nuova democrazia partecipativa e per ricostruire un forte senso di identità e appartenenza tra i cittadini riunendoli intorno a problematiche comuni".
"Questa amministrazione Comunale – conclude De Lillo – sta producendo un grande sforzo, anche sotto il profilo economico, affinché Roma, dopo decenni, possa raggiungere gli standard di pulizia degni di una grande capitale europea".

“Ho appreso – afferma in un comunicato del 17 ottobre 2009 Il Presidente dell’AMA Clarke – con grande soddisfazione dell’approvazione da parte della Giunta comunale della delibera che istituisce la giornata di pulizia cittadina denominata Dies Romae Mundae. Il decoro urbano, infatti, è il primo biglietto da visita di una città e per Roma, che è la Capitale e la più importante città turistica del Paese, è fondamentale. L’iniziativa, che segue il primo Festival internazionale dell’Ambiente che si è svolto nel mese di settembre, dimostra la grande attenzione dell’Amministrazione capitolina sul tema della tutela dell’ambiente. AMA ha già messo in campo attività sperimentali per la totale riorganizzazione del sistema di raccolta dei rifiuti e di pulizia della città. Il nuovo modello di servizio, che già coinvolge 11 municipi e che da gennaio sarà a regime in tutta la città, si fonda sulla semplificazione dei servizi di pulizia in tre tipologie (base/globale/mirato), sull’istituzione di “aree elementari di servizio” (il così detto “spazzino di quartiere”) e su una rigida attività di monitoraggio. Per far raggiungere a Roma gli standard di pulizia delle principali città europee, però, è necessaria la collaborazione di tutti e il coinvolgimento attivo dei cittadini previsto nella delibera che istituisce questa giornata di pulizie va esattamente in questa direzione”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti