Sport  

La Lazio crolla davanti al Bari

Due gol dei padroni di casa, i biancocelesti non reagiscono ed ora è caos
di Marco Piervenanzi - 26 Ottobre 2009

Ventura e il suo sorprendente Bari sottomettono la Lazio. Ma al di là della forza della neopromossa pugliese la Lazio sparisce ancora. Non entra in gara la squadra biancoceleste e subisce subito il goal all’11 quando Barreto mette la palla dentro mostrando il suo talento.
Ballardini aveva promesso di continuare l’esperimento, ma è sembrato confuso pure lui insieme a quello che ancora qualcuno chiama gruppo.
Entrano in tanti, a turno e tanti sono i mutamenti in corso da parte del mister. Prima un 4-3-1-2 con Matuzalem al posto di Baronio e Zarate al fianco di Rocchi. E non va. Poi la Lazio si schiera addirittura con un 4-2-4 con l’entrata di Foggia e Cruz al posto di Cribari e Mauri ma al 69’ arriva il raddoppio di Meggiorini. Ci si mette anche Dabo che si fa espellere all’82 con un fallaccio inutile proprio sotto al naso dell’arbitro.

E’ ferma a quota 10 la Lazio, la parte davvero bassa della classifica. I tifosi non sanno davvero cosa pensare e che posizione assumere, sostenere o contestare, lasciare vuoto lo stadio o esserci comunque.
L’aria sta diventando irrespirabile e la Lazio inizia a non navigare più in mare aperto, come meriterebbe una squadra della capitale, e stenta addirittura a galleggiare.

Il tabellino di Bari-Lazio 2-0
Bari (4-4-2): Gillet; A. Masiello, Ranocchia, Bonucci, S. Masiello; Alvarez, D’Urbano, Almiron (33′ st Koman), Allegretti (17′ st Gazzi); Barreto (23′ st Meggiorini), Kutuzov. All: Ventura.
Lazio (4-4-2) – Muslera; Lichtsteiner (20′ st Dabo), Diakhite, Cribari (1′ st Foggia), Radu; Brocchi, Matuzalem, Mauri, Kolarov; Rocchi, Zarate. (Bizzarri, Perpetuini, Eliseu, Cruz, Makinwa). All: Ballardini
Arbitro: Peruzzo
Marcatori: 11′ pt Barreto (B), 24′ st Meggiorini (B)
Ammoniti: Almiron (B), Ranocchia (B), Foggia (L), Alvarez (B), Diakhite (L). Espulsi: Dabo (L), Alvarez (B).


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti