Sport  

La Lazio perde a Salisburgo ed è fuori dall’Europa League

Nonostante la sconfitta la squadra ha dato segnali di ripresa, forse
di Marco Piervenanzi - 3 Dicembre 2009

Il Salisburgo fa sua la gara di Europa League del 2 dicembre con un gol in contropiede di Tchoy al 33′ che ubriaca Cribari e mette a sedere Muslera.
Questo il gol che decide la gara, finita due a uno per i padroni di casa, a dir il vero graziati da un arbitro che un minuto prima non vede un fallo di mano in area austriaca dove il difensore, in marcatura su Zarate, commette un errore sanzionabile con il rigore.

Prima del 32′ e 33′, minuti chiave per l’esito della gara, l’incontro aveva regalato ai tifosi un gol per parte: passato in vantaggio nel secondo tempo al 7′ con Afolabi il Saliburgo aveva subito il pari di Foggia al 12′.

Tuttavia la Lazio è sembrata in ripresa anche se non nel risultato almeno nella voglia di fare, correre e tornare ad accelerare nelle ripartenze.

L’ambiente biancoceleste si aggrappa a questa speranza in vista di un derby che vede favorita la Roma che però, per la legge dei numeri, deve temere una Lazio che è digiuna di vittorie da troppo tempo. Una ricetta ci sarebbe e se solo Ballardini avesse voglia di ascoltare.
Serve un ritorno al 4-4-2 senza se e senza ma, accantonando le sperimentazioni che ad oggi hanno prodotto noia per il pubblico e pochi punti in classifica.

SALISBURGO-LAZIO 2-1 (Primo tempo 0-0)

MARCATORI: Afolabi (S) al 7′, Foggia (L) al 12′, Tchoyi (S) al 33′ s.t..

Salisburgo (4-1-4-1): Gustafsson; Afolabi, Schwegler, Pokrivac (dal 42′ st Cziommer), Tchoyi; (dal 38′ st Zickler) , Opdam, Ulmer, Svento, Janko (dal 47′ st Nelisse), Sekagya; Leitgeb. (Azberger, Dudic, Augustinussen, Jezek). All.: Steven.

Lazio (3-4-2-1): Muslera; Diakite, Cribari, Radu (dal 10′ st Rocchi); Lichtsteiner, Brocchi (dal 36′ st Makinwa), Mauri, Kolarov; Foggia, Zarate; Eliseu (dal 1′ st Meghni). (Iannarilli, Scaloni, Luciani, Sevieri). All.: Ballardini.

Adotta Abitare A

Arbitro: Tudor (Romania).

NOTE – Ammoniti Muslera per fallo di reazione; Eliseu, Diakite, Brocchi, Pokrivac per gioco falloso; Mauri e Zarate per proteste. Angoli: 4-3 per la Lazio. Recuperi: 1′ e 3′.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti