La manutenzione della ciclabile in viale Togliatti

I problemi più evidenti denunciati dai cittadini di Colli Aniene
Antonio Barcella - 16 Giugno 2020

Tra i lavori messi in campo in questi giorni da Roma Capitale c’è la manutenzione della ciclabile di viale Togliatti ossia la cosiddetta” incompiuta”. Un’opera pubblica, per essere condivisa dai cittadini, deve portare un consistente vantaggio al territorio altrimenti verrà osteggiata dai residenti perché ritenuta uno spreco di denaro pubblico ed è questo ciò che accade per questa ciclabile.

Focalizziamo l’attenzione sui problemi più evidenti denunciati dai cittadini per quest’opera pubblica soprattutto nel tratto che attraversa Colli Aniene:
1. Interruzioni ogni 200-300 metri con attraversamenti pericolosi di incroci semaforici importanti;
2. Il suo percorso parte dalla stazione Bus/Metro di Ponte Mammolo e si perde nel nulla dalla parte opposta dove l’opera termina bruscamente a circa 200 metri dalla stazione FR2 di Togliatti;
3. I ciclisti sono costretti a fare una sorta di gimkana tra sterpaglie, arbusti e rami secchi mentre la parte del corpo che poggia sul sellino è costretta a fare i conti con le continue sollecitazioni di una superficie degradata ogni pochi metri;
4. Tutta la tratta che attraversa il cuore del quartiere, specialmente in prossimità delle fermate bus, è una piccola discarica a cielo aperto che l’AMA ignora puntualmente.

Per questo riteniamo che il post pubblicato circa una settimana fa dall’assessore alle Infrastrutture Linda Meleo non ci rassicura affatto anche se ne apprezziamo l’impegno. Questa pista ciclabile avrebbe bisogno di una ristrutturazione profonda per adattarla ai requisiti di sicurezza richiesti da un’opera pubblica che l’avvicini ai percorsi dello stesso tipo realizzati in quasi tutte le città europee. Soprattutto dovrebbe fornire un servizio ai cittadini collegando prima la stazione Togliatti della linea regionale FR2 al quartiere di Colli Aniene e di conseguenza di tutto il Tiburtino e poi completare il collegamento tra il Prenestino e il Tiburtino. Praticamente poche centinaia di metri di pista ciclabile per rendere più appetibile un’opera che allo stato attuale viene poco utilizzata.

Fresco Market
Fresco Market

“Nei giorni scorsi – scrive l’assessore Linda Meleo in un post del 9 giugno 2020 – vi avevo informato della partenza dei lavori di manutenzione della pista ciclabile di viale Palmiro Togliatti, che collega l’asse Tuscolana con l’asse Tiburtina (ndr: attualmente non collega nulla perché il percorso è interrotto all’altezza della stazione Togliatti). Un intervento necessario visto le condizioni della pista, che in tanti mi avevate chiesto al mio arrivo presso l’Assessorato infrastrutture. Ecco quindi le immagini dei lavori in corso.
Abbiamo iniziato col tratto da via Santi Romano a via Casilina, dove abbiamo sfalciato il verde presente, fatto la pulizia dai rifiuti sulla parte ciclabile, pulizia che estenderemo anche nelle aree adiacenti alla pista. Sono quasi completate anche le attività di stesa del nuovo manto e la stesa del rosso in prossimità degli incroci e delle intersezioni stradali.
I lavori, coordinati dal Dipartimento Lavori Pubblici, sono iniziati anche nel secondo tratto tra via Casilina e via Prenestina con le attività di sfalcio. Passeremo poi all’ultima porzione della pista in zona Colli Aniene.
Nuove ciclabili e manutenzione del patrimonio esistente sono due aspetti fondamentali per incentivare la mobilità sostenibile e l’Intermodalità. Oltre alla ciclabile Togliatti, abbiamo ulteriori piste da manutenere, vi teniamo informati!
Ps nei prossimi mesi, sempre per viale Palmiro Togliatti, partiamo anche con la manutenzione straordinaria delle corsie preferenziali e del manto stradale.”

 

Antonio Barcella


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti