La nuova discarica sarà a Pian dell’Olmo

Scoppia la protesta dei cittadini
Enzo Luciani - 5 Giugno 2012

La nuova discarica di Roma, secondo quanto annunciato dal commissario per l’emergenza rifiuti, Goffredo Sottile, dovrebbe sorgere a Pian dell’Olmo, al confine tra il comune di Roma e Riano. Già nel pomeriggio di ieri, appena arrivata la notizia, la gente era scesa in strada e aveva occupato via Tiberina, proprio all’altezza della strada che porta al sito. I manifestati hanno continuato per tutta la notte e anche questa mattina ci sono ancora proteste e blocchi sulle strade limitrofe.

Numerosi i didagi alla circolazione. Sul posto sono intervenuti i Vigili che hanno dirottato il traffico su via Salaria. Interdizione al traffico da parte della Municipale, in direzione Riano, anche sul Grande raccordo anulare, all’altezza di Prima Porta. 

"L’indicazione del Commissario per la nuova discarica dei rifiuti romani – commenta Maria Gemma Azuni, Presidente del Gruppo Misto (Sinistra, Ecologia Libertà) in Assemblea Capitolina – accompagnata dal forte contrasto dei cittadini della zona e una reale preoccupazione per la tutela ambientale della zona, mi porta a ribadire l’urgenza di uscire dalla politica della discarica.

Resto fortemente contraria alla logica della discarica, e questo nuovo sito deve assolutamente essere provvisorio e, qualora confermato, dovrà essere realizzato con gli opportuni accorgimenti affinché si dia garanzia ai cittadini sulla loro salute e sulla salvaguardia del territorio.Bisogna ragionare in modo nuovo sul ciclo dei rifiuti, che deve essere trattato nella sua interezza, se davvero si vuole ridurre l’utilizzo delle discariche e degli inceneritori per raggiungere l’obiettivo “rifiuti zero”.

Fin quando questo non avverrà è inevitabile che i cittadini vivranno la scelta di qualsiasi sito, nel loro territorio, come una calamità da contrastare in ogni modo".


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti