La quindicesima ‘Ottobrata a Gabii’ sabato 29 e domenica 30 ottobre

Nella manifestazione visite guidate con eventi di spettacolo, nella zona archeologica dell'antica Città al 2° km della via Prenestina Nuova
Enzo Luciani - 24 Ottobre 2011

La Compagnia Teatrale Il Gruppo (diretta da Edoardo Torricella) che compie a ottobre il suo ventottesimo anno di attività culturale decentrata di spettacolo nel Comune di Roma, dopo il successo ottenuto negli anni precedenti, propone la quindicesima edizione di "Ottobrata a Gabii" manifestazione storica di visite guidate con eventi di spettacolo, all’aperto e in costume, nella zona archeologica dell’antica Città di Gabii, al confine di Roma, al secondo chilometro della via Prenestina Nuova.

L’appuntamento è previsto per sabato 29 alle ore 16,30 domenica 30 ottobre 2011 alle ore 16 (dovuto all’entrata in vigore dell’ora legale). Il fine della manifestazione, è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica alla scoperta e all’attivazione di un antico Teatro/Tempio romano del primo secolo, presente nella zona archeologica e in attesa di essere portato alla luce, ma anche quello del recupero culturale delle antiche ottobrate romane.

Dopo il notevole interesse ottenuto nelle quattordici edizioni precedenti, la Compagnia propone quest’anno la quindicesima edizione dell’evento. La manifestazione, basata su rigorose ricerche storiche, presenta diversi aspetti quali la musica antica, la storia e la tradizione teatrale, anche con scene tratte da Plauto ed Euripide. Lo spettacolo itinerante avviene su un percorso guidato da un Cicerone in costume, e ha l’intento di sensibilizzare il pubblico a scoprire, e anche a salvaguardare, questa zona archeologica tanto importante, ma ancora non sufficientemente conosciuta dalla cittadinanza.

"Ottobrata a Gabii" inizia al tramonto e termina alla luce delle torce, proprio sul luogo dove è interrato l’antico Teatro/Tempio nel quale gli attori recitarono in epoche diverse.

Dati storici su Gabii: sorta sul bordo di un cratere vulcanico, l’antica Città di Gabii fu un importantissimo punto di riferimento storico-culturale preromano fin dal VII secolo a. C.. Alcuni storici come Dionigi d’Alicarnasso, raccontano che Romolo e Remo appresero a Gabii le arti della scrittura, della musica, della divinazione, nonché l’uso delle armi. Ai tempi di Tarquinio il Superbo, verso la fine del VI secolo a. C., Gabii venne conquistata e colonizzata da Roma. Ben quarantasette statue trovate a Gabii, verso la fine del 1700, sono esposte a Parigi al Louvre, in apposite sale, denominate "Gabine".

Come si arriva a Gabii:venendo dal centro di Roma, dopo il 17° chilometro la via Prenestina si biforca. Proseguire diritti. La via cambia nome, diventa via Prenestina Nuova e va verso Gallicano, Zagarolo, Palestrina. Al secondo chilometro della via Prenestina Nuova c’è un grande distributore di benzina TAMOIL e l’insegna "Ristorante da Gabii". Svoltare a sinistra verso il ristorante. Parcheggio : esiste un ampio parcheggio macchine sul posto 

Altri dati:
giorni e orari: sabato 29 ottobre ore 16,30 (partenza visita)
domenica 30 ottobre ore 16,00 (partenza visita)
totale rappresentazioni: n° 2
luogo: all’aperto, nella zona archeologica dell’antica Città di Gabii
durata della manifestazione: 2 ore circa
 n° massimo di persone : 50 persone a visita (concesso dalla Soprintendenza Archeologica)
accesso: l’ingresso è gratuito previa prenotazione
recapiti telefonici: per info e prenotazioni chiamare ai numeri 338 4926 241
oppure 334 6385 058
informazioni 349 6396 813 – 339 3231 991
sito web della Compagnia : www.compagniateatrale-ilgruppo.it
e-mail della Compagnia : info@compagniateatrale-ilgruppo.it


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti