Categorie: Ambiente Politica
Municipi: | Quartiere:

La raccolta porta a porta a Colli Aniene ha fatto flop

E l'AMA fa pagare ai cittadini le sue inefficienze

Con una scelta unilaterale e non condivisa AMA decreta la fine della raccolta porta a porta proprio nel quartiere dove questo metodo è stato sperimentato e poi esteso ad altre parti della città. Non lo fa certo per migliorare il servizio, visto che si torna indietro di oltre dieci anni, rimettendo i maxi cassonetti sulle strade. Eppure in tutta Europa ci sono metodi più innovati, più ecologici e più puliti per rendere un servizio più efficiente alla cittadinanza. AMA invece ha scelto un ritorno al passato aiutata dal silenzio della Sindaca di Roma, della sua amministrazione e di un Municipio commissariato. Un altro fallimento non dichiarato che si aggiunge agli obiettivi contrattuali non raggiunti, ammessi dalla stessa municipalizzata nella relazione di accompagnamento al Piano economico finanziario 2020.
La comunicazione ai cittadini avviene con una semplice locandina che recita: “Dal 30-09-2020 saranno progressivamente rimossi i contenitori condominiali delle singole utenze. Gli utenti dovranno conferire i rifiuti nei cassonetti stradali posizionati nelle seguenti strade (segue elenco)”.

La prima reazione politica a questa scelta arriva da Italia Viva del IV Municipio che attraverso un post Facebook dichiara: “Eccola qui, annunciata da singoli sibillini comunicati, disservizi vari e rifiuti in strada puntualmente segnalati sulla nostra pagina, la FINE DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA. AMA tentava da tempo di smantellare il servizio, senza riuscirci. L’emergenza del Covid19 ha rappresentato un’occasione ghiotta che l’Azienda non si è lasciata sfuggire. Senza alcun coinvolgimento dei cittadini o una riga di spiegazione, da domani, gambe in spalla, tutti a conferire i rifiuti in appositi cassonetti posti in strada, tra l’altro, abilmente distanziati tra loro in modo da evitare che possa essere richiesta una riduzione tariffaria (meno di 500 metri tra un cassonetto ed un altro (!!!???). E se piove e fa freddo? Niente paura, il moto fa bene, non lamentatevi. Che tristezza. Il nostro ex quartiere modello è sempre più ex. Il seguito alla prossima inaudita mossa di AMA.”

 

Antonio Barcella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati