La ‘ricarica’ dei cinquanta a Palazzo Chigi – Paradiso, Inferno e Purgatorio – Il ‘loden’ come divisa – Sì, ma con chi?

Fatti e misfatti di gennaio 2013 di Mario Relandini
Enzo Luciani - 8 Gennaio 2013

La "ricarica" dei cinquanta a Palazzo Chigi 

"Il primo novembre scorso – motivo la necessità di risparmiare 14 milioni di euro – erano stati "tagliati" cinquanta dirigenti "in più" alla Presidenza del Consiglio".

Ottimo buon esempio per Enti, Comuni, Province, Regioni e Ministeri. Peccato, però, che quei cinquanta dirigenti – come ha fatto conoscere Alfredo Macrì, presidente del Sindacato indipendente della Presidenza del Consiglio – siano già rientrati o stiano rientrando alla spicciolata, zitti zitti, piano piano, ai loro posti e con gli stessi stipendi. "Come mai?" ha scritto, in una lettera aperta a Mario Monti, lo stesso Alfredo Macrì. Risposta? Nessuna. Silenzio totale. Con tanti saluti al vantato risparmio di 14 milioni di euro andato precipitosamente in fumo. E – fatto di non poco conto – all’intransigente rigore che Mario Monti continua ad indicare come simbolo nella sua bandiera politica e amministrativa. Pierferdinando Casini – come noto – va sempre più novellando della urgente necessità di una Terza Repubblica. E’ corso, evidentemente, troppo in fretta. Torni indietro. Il suo "profeta" Mario Monti, come infatti sembra, è ancora fermo alla Seconda. E alle sue deprecabili abitudini e regole non scritte pre-elettorali.

Paradiso, Inferno e Purgatorio

"I ricchi – ha tuonato il "leader" di "Sinistra Ecologia e Libertà", Niki Vendola – vadano tutti all’Inferno".

All’Inferno – dato che, parola del Nazareno riportata dai Vangeli, è più facile che un cammello entri nella cruna di un ago piuttosto che un ricco entri in Paradiso – sarà compito di mandarceli, semmai, qualcun altro. A Niki Vendola potrebbe essere sufficiente l’auspicio che vadano a versare, finalmente, i loro esagerati – e, spesso, misteriosi – "surplus" di miliardi nel Purgatorio dell’Erario.

Il "loden" come divisa

"Pierferdinando Casini – ha annotato una rubrica quotidiana di "gossip" – va in giro, da qualche tempo, indossando un elegantissimo "loden" blu".

Sorpresa? E perché? Il "loden" è sempre stata la raffinata divisa di Mario Monti. Del tutto normale che oggi, una volta ufficialmente arruolati nel suo esercito, indossino la stessa divisa del generale anche i sottotenenti e i caporali.

Sì, ma con chi?

"Sicuramente mi candiderò – ha confidato il "pluri ex" Francesco Rutelli – ma non so ancora con chi lo farò".

Forse, questa volta, con il Partito dei pensionati. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti