La Roma 7 Volley non molla

Undicesima vittoria consecutiva contro il Fungo Arzachena. I White and Red mantengono saldo il primo posto in classifica
Enzo Luciani - 4 Febbraio 2013

Giro di boa per il campionato di B2 maschile e nel girone F la Roma 7 Volley prima in classifica affronta i ricordi del mezzo passo falso in terra sarda, quando al suo esordio contro il Fungo Arzachena di Sassari uscì sconfitta al tie break.

La coppia dei tecnici romani Morelli-Lettieri consegna all’arbitro il sestetto base: G. Morelli in regia e capitan Scotti come opposto, centrali Libanori e Tomei, martelli C. Morelli e Rosati, a curare ricezione e difesa il libero Balducci. A disposizione D’alessio, Perez, Lupo, Iorno e Mindel.

Inizio d’incontro di gran carriera da parte degli ospiti sassaresi, subito determinati a voler dettare il ritmo di gioco e provare a porre il sigillo sul primo set. Padroni di casa poco attenti in battuta e in affanno in attacco schiantato dal muro avversario. I romani quindi si trovano a dover rincorrere fin da subito i ragazzi del coach Melis. A metà set siamo 16 a 11 per Arzachena, e via via così fino al 23 a 17. Ma a set ormai concluso la ricezione dei sardi si annichilisce sotto le battute di C. Morelli e Tomei.

Cambia il vento, la Roma 7 detta il ritmo di gioco. I ragazzi di mister Morelli volano spinti dai Supporters RomaSeven, Libanori incastona veloci nei tre metri e Rosati lavora bene l’attacco di banda. Gatto Balducci prende le misure sull’attacco avversario e non cade più nulla. Un epilogo clamoroso la Roma 7 raggiunge Arzachena sul 24 pari. Un inseguimento strepitoso condito da tecnica e orgoglio, e ciò premia la Roma 7 che va a vincere il primo set 27 a 25.

Nel secondo parziale sono i padroni di casa che conducono l’incontro. I sincronismi e la lettura delle trame avversarie portano capitan Scotti e compagni a metà set in vantaggio 13 a 9. Ed è proprio il capitano, con le sue precise schiacciate, la spina nel fianco di Arzachena e così il coach Melis è costretto a chiamare tempo per fermare il ritmo di gioco dei White&Red romani. Ma Damaro e compagni nulla possono contro la migliore Roma 7 che gioca e si muove nel rettangolo dei nove metri come la danza dei pistoni in un motore potente. Così si chiude il secondo set 25 a 16 per Roma.

Nel terzo parziale l’incontro sigla la supremazia dei ragazzi di mister Morelli che non mollano neanche quando sul 17 a 13 Claudio Morelli, fino ad allora il più costante nel rendimento di gioco, è costretto ad uscire dal campo ed al suo posto subentra Perez. Il gruppo mantiene alta la concentrazione, e Morelli G. alla regia serve immediatamente il nuovo entrato che con un missile nei tre metri firma subito il campo avversario. Sicurezza ritrovata e via così fino alla fine del set vinto 25 a 20.

La partita si chiude con il punteggio di 3 set a 0 per la Roma 7 Volley che resta salda al primo posto a tre punti dall’immediata inseguitrice Civitacastellana.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti