La Scuola di Musica Anton Rubistein in concerto alla Biblioteca Vaccheria Nardi

Alla vigilia del decennale di attività
di Federico Carabetta - 21 Gennaio 2013

L’Associazione Anton Rubinstein, con la sua Scuola di Musica che organizza una serie di concerti per Biblioteche di Roma, ha messo a segno un altro splendido successo con un concerto per pianoforte e voce tenutosi il 18 gennaio 2013 presso la Biblioteca Vaccheria Nardi in via Grotta di Gregna, 27. Il concerto ha sofferto una preparazione tormentata in quanto, previsto con la voce della soprano Mariana Altamira, ha subito lo stravolgimento del programma a causa di un’ influenza che ha colpito la bravissima cantante lirica sudamericana che è stata prontamente rimpiazzata dalla soprano Marianna Mennitti.

Una voce, quella della Mennitti, assolutamente particolare, duttile, delicata e potente insieme, – a tratti celestiale – che ha mandando in visibilio il pubblico che ha affollato la vasta sala della Biblioteca Nardi. L’ammirazione si è anche dovuta concentrare sulla pianista Sara Matteo. Anche lei ha dovuto guardarsi il programma radicalmente cambiato nell’arco di un giorno.La sua esecuzione serena e impeccabile non ha che confermato le doti già manifestate in vent’anni di concerti e ulteriormente affinate nella sua specializzazione in Musica da Camera.

Non solo, nell’esecuzione solista dei due “Notturni” di Chopin la pianista di Colli Aniene, già dalle prime note, ha portato per mano la platea in quell’unica dimensione possibile che avviene solo quando si suona bene. Dimensione che evoca fantasie stupende, melanconiche tristezze, ma che si vorrebbe eterna, senza fine. E’ il caso, con queste righe, di ringraziare pubblicamente non solo lei che ne è il direttore artistico ma tutti gli artisti che gravitano in questa superba Scuola di Musica per il poderoso apporto di cultura, non solo musicale, di cui il V Municipio e la città di Roma stanno beneficiando.

Dar Ciriola asporto

L’associazione “Anton Rubinstein” si prepara a celebrare il suo decimo anno di attività. Attività tutta scrupolosamente annotata e riportata sul sito www.antonrubinstein.net alla voce ARS (Anton Rubinstein Symposium) sul bollettino quadrimestrale curato dal presidente dell’Associazione. I locali di via Ernesto Rossi furono inaugurati nell’ottobre 2003 alla presenza del Presidente del V Municipio Ivano Caradonna, dell’Assessore Vito Lamorgese, dell’On. Giuseppe Zurlo, di Mons. Michele Basso del Capitolo dei Canonici in Vaticano, dello scultore Alfiero Nena e di altre personalità della cultura, della musica e dell’arte. La Scuola di Musica, con i suoi maestri tutti concertisti, con i suoi corsi di alto perfezionamento di pianoforte (M° Sasha Bajcic), di flauto (M° Michele Marasco), di Musica da Camera (M° Sara Matteo), costituisce ormai un punto di riferimento degli amanti della musica a Roma e un’eccellenza a livello nazionale.

Tornando al concerto, non va dimenticata la preziosa partecipazione straordinaria del baritono italo-argentino Cristian Germàn Alderete nel brano “Là ci darem la mano” tratta dal Don Giovanni di W. A. Mozart. Gli altri brani in programma erano: “Cara la mia Venezia” da “Il Campiello” di Wolf-Ferrari:", “Canzon del salice” dall’Otello di G. Verdi, Ave Maria dall’Otello di G. Verdi  Chopin: Notturno in Re bemolle magg. op. 27 n. 2 e Notturno in Do minore Op. 48 n.1 (pianoforte solo), Voi che sapete, da “Le nozze di Figaro” di W. A. Mozart, Oh quante volte, da Capuleti e Montecchi di V. Bellini, Mi tradì quell’alma, dal Don Giovanni di W. A. Mozart, Oh mio babbino caro dal Gianni Schicchi di G. Puccini.

Nelle foto: 1. La soprano Marianna Mennitti e il baritono Cristian Germàn Alderete; 2. La pianista sara Matteo e la soprano Marianna Mennitti, 3. La pianista Sara Matteo, la soprano Marianna Mennitti, il baritono C. G. Alderete.
 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti