“La Terzina” di Marino alla 52ª Corsa all’Anello a Narni con Dante e Petrarca

Il 3 settembre 2020, un evento culturale molto atteso nella città umbra
M. N. - 19 Agosto 2020

Con il partenariato del Centro Studi sull’Ars Nova Italiana del Trecento “Marcello Masini” di Certaldo – guidato dal suo Presidente  prof. L. Rino Caputo già Ordinario di Letteratura Italiana della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Roma “Tor Vergata” – “La Terzina” sarà protagonista il 3 settembre 2020 a Narni dell’ouverture della 52ª edizione della Corsa all’Anello. Un evento culturale molto atteso nella città umbra in cui l’associazione guidata dal M° Alberti presenterà lo spettacolo: Dante e Petrarca a Narni, in un perfetto connubio tra un concerto filologico e una messa in scena teatrale. Parteciperanno all’evento il prof. L. Rino Caputo, che condurrà il pubblico in un viaggio letterario, il M° Mario Alberti e il M° Franco Menichelli, rispettivamente ai flauti il primo e al liuto e chitarra a dieci corde il secondo. Completerà il cast della manifestazione l’attrice Daniela Sistopaolo alla voce recitante.

 

L’Associazione culturale “La Terzina”, presieduta dal compositore e flautista M° Mario Alberti, da diversi anni si occupa di eventi culturali dedicati alla musica, spaziando dalla musica antica alla musica contemporanea.

La Terzina rappresenta un’associazione culturale di riferimento importante nella zona dei Castelli Romani, nella splendida provincia di Roma, una realtà culturale innestata con le sue iniziative nella Regione Lazio ma conosciuta e aperta anche verso altre Regioni nelle quali ha avuto modo di proporre eventi di spessore collaborando con altre realtà locali e distinguendosi per la qualità degli eventi artistico-musicali presentati.

Lo spettacolo vuole mostrare come la cultura riesca a rappresentare un punto di incontro privilegiato tra tradizioni regionali diverse e diversi linguaggi artistici, assumendo una connotazione di unicum comunicativo universale.

Nello spirito della Corsa all’Anello di Narni, una delle rievocazioni storiche più belle in Italia a testimonianza di una manifestazione che affonda le sue radici nel 1371, si esalta il valore della cultura e della memoria dedicata al Santo patrono San Giovenale, primo vescovo della città.

Oltre 100 eventi si susseguiranno anche in questa edizione: dalle giornate medievali alla benedizione dei cavalieri, dall’offerta dei ceri agli spettacoli artistici culturali, dalle mostre al mercato medievale. La ricostruzione storica che si snoderà ancora una volta tra le vie e nelle piazze conferma la magia di una festa unica, nella quale ben si inserisce la vicenda poetica di due tra i più grandi artisti del Trecento, Dante e Petrarca, esaltati dalla musica di Giovanni da Palestrina eseguita per l’occasione dalla Terzina.

 

M. N.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti