La Virtus Roma vince a Reggio Emilia

Lottomatica torna dalla trasferta emiliana con due punti grazie all'83 a 85 contro la Bipop Carire
di Davide De Felicis - 12 Marzo 2007

Vittoria fondamentale quella dell’11 marzo della Virtus Roma sul campo della Bipop Carire nella quinta giornata di ritorno del campionato di serie A. Vittoria molto importante, segnale di quella continuità che, disattesa in europa, fa ben sperare i tifosi virtussini per il campionato. Così la Virtus arriva al terzo successo consecutivo portandosi a 26 punti scavalcando Napoli e raggiungendo la Benetton, piazzamento che fa ben sperare il futuro piazzamento ai playoffs.

Lottomatica sempre in testa nel punteggio, concedendo ai padroni di casa solo un paio di vantaggi verso metà partita.
Primi due quarti devastanti di Roma che sfugge subito a Reggio Emilia creandosi un vantaggio considerevole. Confermata la prova positiva di una settimana fa di Lorbek che si scatena con 10 punti in dieci minuti ammutolendo il palasport Emiliano.

Seconda frazione della partita all’insegna dell‘orgoglio della Bipop che tenta con un break di 7-0 di riavvicinarsi ai blugiallorossi. Virtus apparentemente sicura di sé e della sua forza, arriva nei minuti conclusivi ad un vantaggio di otto punti(71-79). A quel punto Repesa ha rivissuto quello che più temeva dalla sua formazione, ovvero l’abbassamento della tensione offensiva ed un allargamento delle maglie difensive, praticamente da suicidio.
La Bipop ci crede, Roma negli ultimi 2 minuti stacca la spina ed allora Reggio Emilia si rifà sotto, rosicchiano punto su punto, mentre la Virtus quasi imbambolata, sperava solo che il cronometro corresse più in fretta.
Singolare scelta di Ripesa quando nei secondi conclusivi della gara ad ogni azione chiama sistematicamente time-out per far giocare Hawkins nelle azioni offensive e farlo immediatamente uscire in quelle difensive. Una scelta del genere ancora non si era mai vista.

La Bipop riesce quasi a raggiungere Roma a 21 secondi dalla fine portandosi a -2 (81-83). Incredibilmente la partita si scalda, con la compagine romana che sembra non avere la voglia di segnare altri canestri, ma semplicemente di conservare il seppur esiguo vantaggio. Sensazioni confermate dagli incredibili errori dalla lunetta di Bodiroga e successivamente di Lorbek. Reggio Emilia dunque avrebbe ancora la possibilità di portare a casa i due punti ma, fortunatamente, il disperato tiro di Mainard, scagliato da oltre 10 metri si infrange sul ferro, quindi 83-85.
Da segnalare i 27 punti di Flores per la Bipop.

Virtus in fase positiva, ma evidentemente ancora troppo sciupona e distratta. Le manca ancora l’istinto killer delle vere grandi. Il campionato a volte perdona, l’Europa dei grandi no.

Tabellino.
Bipop Carire: Campani n.e., Flores 27, Beard 6, Ortner 9, Lamma 9, Baxter, Carra 5, Ress 6, Zanotti n.e., Melli n.e., Violette 6, Minard 15. All. Menetti.
Lottomatica Roma: Giachetti 7, Hawkins 19, Tonolli, Righetti 2, Bodiroga 18, Stefansson 2, Garri, Cinciarini n.e., Chatman 10, Lorbek 19, Gabini n.e., Askrabic 8. All. Repesa.
Arbitri: Sahin, Chiari, Materdomi


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti